In attesa della Yellen a Jackson Hole il dollaro sale

di Daniele Pace Commenta

Dopo un'apertura stabile, il dollaro ha iniziato a risalire sui mercati internazionali, in attesa che il meeting delle banche centrali a Jackson Hole

janet yellenDopo un’apertura stabile, il dollaro ha iniziato a risalire sui mercati internazionali, in attesa che il meeting delle banche centrali a Jackson Hole, in America, inizi a vivere i suoi momenti più importanti, con il discorso della Yellen, da cui, tutti i mercati, si attendono una stretta sulla politica monetaria negli Stati Uniti, con un rialzo dei tassi di interesse sul dollaro.

Così il biglietto verde durante la mattina si è apprezzato sull’euro, e la coppia EUR/USD è scambiata a 1,1774, con tendenza a scendere ancora, anche in conseguenza dei dati sull’Ifo della Germania, per il mese di agosto. L’Ifo tedesco è ai massimi, con l’indice marginale a 115,9 punti, uno o,1 in mese rispetto al mese di luglio. Il dato è più che positivo, visto che gli analisti si aspettavano l’indice a 115,5. Quindi il dollaro continua, tra alti e bassi, la sua piccola risalita sula valuta unica, se consideriamo che a inizio mese era a 1,1909, e più volte era già sceso sotto 1,18.
La coppia USD/JPY invece viene scambiata a 109,76.

Secondo gli analisti, in particolare Alvin Tan di Societé Generale, la Fed inizierà a ridurre il suo bilancio dal mese di settembre, e i mercati sono in attesa dell’annuncio, per dare il via ad una nuova fase che vedrà il dollaro salire. Questo si aspettano i mercati, e sarebbe una sorpresa se la Yellen annunciasse qualcosa di diverso. Ma oltre alla Yellen, oggi parlerà anche Draghi, ma qui c’è meno attesa, perché il presidente BCE ha già sospeso qualsiasi decisione di politica monetaria fino alla fine dell’estate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>