Previsioni sul Dollaro Australiano 6 marzo 2012

di ND82 Commenta

Il dollaro australiano è in ribasso da qualche giorno, ma è soltanto ieri che è avvenuta una brusca accelerazione ribassista a seguito del taglio delle stime di crescita della Cina al 7,5% dal 9,2% per l’anno in corso. La Cina è un fondamentale partner commerciale per Sidney, che ora potrebbe avere una minore richiesta di materie prime da Pechino. Inoltre, stanotte la Reserve Bank of Australia (RBA) ha deciso di lasciare invariati i tassi di interesse al 4,25%, mentre il deficit commerciale è aumentato del 44% nell’ultimo trimestre del 2011.

Il tasso di cambio Aud/Usd (il cosiddetto “Aussie”) è sceso stamattina fino a 1.0572, perforando temporaneamente al ribasso l’importante zona di supporto giornaliera posta a 1.06. I prezzi si sono spinti così fino al supporto di area 1.0570. Da questi livelli sembra sia possibile l’inizio di un rimbalzo verso 1.06 prima e 1.0630 poi. Il trend rialzista si è sensibilmente deteriorato dopo il raggiungimento di nuovi top a 7 mesi in area 1.0850. In caso di chiusura inferiore a 1.06, è possibile un ulteriore approfondimento nei prossimi giorni fino a 1.05 prima e 1.0450 poi.

Il dollaro australiano ha perso terreno anche contro l’euro, sebbene oggi anche la moneta europea è in grandi difficoltà sui mercati valutari. Ieri il tasso di cambio Eur/Aud è tornato sopra 1.24, mentre stamattina è stato raggiunto un top intraday a 1.2440. Una pesante discesa tra ieri e oggi per il dollaro australiano è avvenuta contro lo yen. Il cambio Aud/Jpy è sceso fin sotto 85.50 dopo che venerdì scorso aveva sfiorato quota 88, cioè il livello più alto da maggio 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>