Conti correnti Poste Italiane per i privati

di Stefania Russo 1

Tra i prodotti bancari offerti da Poste Italiane figurano diverse tipologie di conti correnti. Oltre ai conti correnti Poste Italiane per le imprese...

Tra i prodotti bancari offerti da Poste Italiane figurano diverse tipologie di conti correnti. Oltre ai conti correnti Poste Italiane per le imprese, infatti, esistono diversi conti dedicati ai clienti privati.

Tra questi figurano il classico conto BancoPosta, noto per essere un conto semplice ed economico, il conto BancoPosta Click, dedicato ai clienti che gestiscono il conto prevalentemente tramite internet, e il conto BancoPosta Più, dedicato invece a chi utilizza principalmente la carta di credito per i pagamenti.


CONTO BANCOPOSTA

Il conto BancoPosta prevede un canone annuo di 30,99 euro e un canone annuo di 10,00 per la carta di debito Postamat Maestro. I bonifici hanno un costo di 2,50 euro se effettuati allo sportello e di 1,00 euro se effettuati tramite internet, mentre i postagiri costano 0,50 euro sia se effettuati allo sportello che se effettuati tramite internet. A questi costi bisogna poi aggiungere il costo di 1,00 per l’invio dell’estratto conto mensile cartaceo.

I prelievi sono gratuiti se effettuati presso gli uffici postali oppure utilizzando gli sportelli automatici Poste Italiane, mentre hanno un costo pari a 1,75 euro se effettuati utilizzando gli sportelli automatici di altri istituti di credito.

Sono invece gratuiti i seguenti servizi: domiciliazione utente, libretto degli assegni, estratto conto trimestrale e semestrale cartaceo e le spese di chiusura conto.

[LEGGI] DIFFERENZA TRA BANCOPOSTA E BANCOPOSTA PIÙ

CONTO BANCOPOSTA CLICK

Il conto BancoPosta Click è molto conveniente per chi gestisce il proprio conto online. Non è previsto alcun canone annuo, è inoltre gratis il canone anno della carta di debito e della carta di credito Credit Easy, così come pure sono completamente gratis i bonifici e i postagiri effettuati online, la domiciliazione delle utenze, l’estratto conto mensile online, i versamenti e i prelievi sia presso gli uffici postali che presso gli sportelli automatici Postamat, le ricariche telefoniche, la sottoscrizione dei buoni fruttiferi dematerializzati e le spese di chiusra conto.

Hanno invece un costo di 1 euro le ricariche postepay online, il pagamento online dei bollettini postali, mentre costa 1,75 euro il prelievo di contanti presso sportelli automatici di altri istituti di credito.

Per tutto il 2% ai titolari del Conto BancoPosta Click è riconosciuto un tasso di interesse al creditore del 2% lordo per importi superiori a 3.000 euro.

[LEGGI] DIFFERENZA TRA CONTI CORRENTI POSTALI E CONTI CORRENTI BANCARI

CONTO BANCOPOSTA PIÙ

Il conto BancoPosta Più prevede un canone annuo pari a 30,99 euro, un canone annuo per la carta di credito BancoPosta Più pari a 30,99 euro e un canone annuo di 10 euro per la carta di debito. Il cliente ha però la possibilità di ridurre il costo annuo di questi tre servizi a 30,99 euro complessivi accreditando lo stipendio, effettuando la domiciliazione delle utenze e utilizzando e attivando la carta di credito Banco Posta Più. Il costo, invece, viene completamente azzerato se oltre alle tre condizioni già citate viene utilizzata la carta di credito per almeno 4.800 euro l’anno.

Sono gratis i seguenti servizi: domiciliazione utenze; libretto degli assegni; spese di apertura e chiusura conto; estratto conto mensile online; estratto conto mensile, trimestrale e semestrale cartaceo; prelievi e versamenti presso uffici poste italiane e sportelli automatici Postamat.

Il tasso di interesse al creditore è pari allo 0,25% lordo, tuttavia a partire dal 1° settembre 2011 è previsto un tasso di interesse dell’1% se al 31 dicembre di ogni anno risulta sul conto l’accredito dello stipendio o della pensione, la domiciliazione delle bollette e l’attivazione della carta BancoPosta Più.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>