Cambio euro dollaro 10 agosto 2011

di Stefania Russo Commenta

Al termine della seduta asiatica il dollaro registra una leggera ripresa dopo i livelli minimi toccati nel corso della notte dopo l'annuncio...

Al termine della seduta asiatica il dollaro registra una leggera ripresa dopo i livelli minimi toccati nel corso della notte a seguito dell’annuncio arrivato della Federal Reserve, che ha comunicato l’intenzione di mantenere i tassi di interesse vicini allo zero per un periodo di tempo prolungato, probabilmente per i prossimi due anni.

La decisione di continuare ad adottare una politica monetaria espansiva è stata dettata dalla necessità di correre in soccorso ad un’economia sempre più in difficoltà e che rischia una nuova recessione.




Nei primi sei mesi dell’anno, come si legge nel comunicato diffuso dalla Banca centrale americana, è stata registrata una crescita molto più debole rispetto a quelle che erano le previsioni, con un incremento limitato allo 0,8% e un tasso di disoccupazione superiore al 9%. I timori di una nuova recessione, inoltre, si sono ulteriormente intensificati nei giorni scorsi a causa del taglio al rating sul debito USA attuato da Standard & Poor’s.

[LEGGI] GUADAGNARE CON IL FOREX

Nei confronti della valuta giapponese il dollaro segna un calo di 0,49 a 76,82/84 yen rispetto alla chiusura di ieri 77,19 yen e molto vicino al suo minimo storico di 76,25 yen toccato a metà marzo.

Poco prima delle nove di stamani il cambio euro dollaro tratta a 1,433, il cambio euro sterlina a 0,8805, il cambio euro yen a 110, il cambio euro franco svizzero a 1,0393, il cambio euro dollaro canadese a 1,4065 e il cambio euro dollaro australiano a 1,3869.

[email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>