Cambio euro dollaro oggi 23 giugno 2011

di Stefania Russo Commenta

L'esito della riunione della Federal Reserve ha contribuito a rafforzare il biglietto verde. Poco prime delle otto di stamane, infatti, il cambio euro..

L’esito della riunione della Federal Reserve ha contribuito a rafforzare il biglietto verde. Poco prime delle otto di stamane, infatti, il cambio euro dollaro tratta a 1,4300 da 1,4332 della chiusura di ieri, poco sopra il minimo di seduta a 1,4283 toccato nel corso della notte.

Al termine della riunione, infatti, la Banca centrale americana ha confermato la ripresa dell’economia negli Stati Uniti, pur trattandosi di una ripresa che procede lentamente e che ha portato la Fed ha tagliare le stime di crescita per il 2011 e il 2012.


In ogni caso, almeno stando alle parole utilizzate dalla Fed, sembra che non ci sia l’intenzione di attuare delle nuove azioni di stimolo monetario, tra cui il nuovo programma di acquisto di bond ipotizzato nel corso delle scorse settimane.

Secondo gli analisti, dunque, le parole rassicuranti utilizzate dalla Federal Reserve dovrebbero riuscire a rafforzare la posizione del dollaro nel corso delle prossime settimane, una parte di questi sottolinea però come una risalita del dollaro debba necessariamente essere sostenuta da elevati rendimenti dei Treasuries, che invece segnano soltanto una modesta risalita.

Poco dopo le 8:30 il cambio euro dollaro tratta a 1,4291, il cambio euro sterlina a 0,8912, il cambio euro yen a 114,91, il cambio euro franco svizzero a 1,2036, il cambio euro dollaro canadese a 1,3915 e il cambio euro dollaro australiano a 1,3546.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>