Come investire sul forex dopo effetto-Cipro

di ND82 Commenta

Il piano anti-default di Cipro, messo a punto tramite un prelievo forzoso sui conti correnti bancari, ha spaventato i mercati finanziari. Il timore degli investitori è che un episodio simile possa ripetersi anche in futuro

Il piano anti-default di Cipro, messo a punto tramite un prelievo forzoso sui conti correnti bancari, ha spaventato i mercati finanziari. Il timore degli investitori è che un episodio simile possa ripetersi anche in futuro, nel caso in cui dovesse esserci la necessità di un nuovo pacchetto di aiuti finanziari per un paese in difficoltà. La reazione degli investitori è stata quella di vendere azioni e bond di paesi periferici. Sul forex l’euro è stato bersagliato dalle vendite sin da domenica notte, aprendo con un gap down dell’1% sul dollaro e del 2% sullo yen.

Si tratta di un movimento violento tipico del mercato forex, quando l’incertezza sale su livelli di allerta e la confusione tra gli investitori regna sovrana. Tuttavia, a fine giornata le perdite sono state meno devastanti del previsto. Il recupero dai minimi di giornata è stato importante, favorito dall’eccesso di ipervenduto. L’esplosione della volatilità sul forex fa emergere ancora una volta la necessità di dover diversificare il proprio portafoglio anche con monete diverse dall’euro.

CIPRO: SALVATAGGIO SHOCK CON PRELIEVO SUI DEPOSITI

Molti gestori di fondi di investimento sono però ottimisti sul futuro, ma altri esperti ha una view meno rassicurante. Secondo Lars Seier Christensen, co-fondatore e ceo di Saxo Bank, il prelievo forzoso sui depositi bancari ciprioti crea comunque un precedente pericoloso. L’esperto è convinto che “questa situazione cambia tutto e avrà ripercussioni per molto tempo”. Christensen ritiene che siamo solo all’inizio della fine dell’euro.

COME INVESTIRE IN BORSA DOPO L’EFFETTO-CIPRO

Secondo Matteo Paganini, chief analyst di Fxcm, la diversificazione valutaria è sempre più importante. Da un punto di vista tecnico, sul valutario “sembra che la situazione sia stata già digerita”. Tuttavia, l’analista di Fxcm ritiene che possano esserci nuovi tentativi ribassisti sul cambio euro/dollaro. Paganini sottolinea che il pericolo di forti discese per euro/dollaro è scongiurato solo i prezzi resteranno sopra 1,2875.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>