Ecco perché Euro/Dollaro può tornare a 1,26 a novembre 2012

di ND82 Commenta

Il tasso di cambio euro/dollaro sta vivendo un momento molto difficile, a seguito del peggioramento delle prospettive economiche per la zona euro nei prossimi mesi e sui timori che gli Stati Uniti possano finire in recessione a causa del fiscal cliff

Il tasso di cambio euro/dollaro sta vivendo un momento molto difficile, a seguito del peggioramento delle prospettive economiche per la zona euro nei prossimi mesi e sui timori che gli Stati Uniti possano finire in recessione a causa del fiscal cliff. Dopo la rielezione di Barack Obama a presidente degli Stati Uniti, i mercati finaziari sono stati avvolti da un clima di risk off generalizzato che spinto al rialzo le valute rifugio, ovvero il dollaro americano e lo yen giapponese.

Il tasso di cambio euro/dollaro è sceso ieri sui minimi a due mesi a 1,2716, mentre stamattina sta provando un rimbalzo tecnico che per ora si è arrestato in area 1,2790. Il cambio ha un quadro tecnico molto debole, accentuatosi a seguito del breakout ribassista esplosivo del supporto di area 1,28. La fuoriuscita dall’ampia fase laterale su base giornaliera, che durava ormai da oltre un mese, ha creato i presupposti per un incremento delle posizioni corte sul cambio.

Il mercato sta comprando dollari e questo trend potrebbe proseguire da qui a fine mese con ovvie ricadute bearish sul cambio euro/dollaro. I prezzi dovrebbero chiudere questa settimana sotto la key area di 1,28, formalizzando un nuovo segnale di debolezza del cross rate. A questo punto si può ipotizzare uno scenario fortemente bearish in caso di perdita decisa di 1,2720 prima e 1,27 poi.

Se ciò dovesse realmente avvenire, il cambio euro/dollaro potrebbe scendere fino a 1,2650 prima e 1,26 poi nel giro di qualche giorno. Molti analisti finanziari stanno tagliando le loro stime di target sul cambio, nonostante la politica ultra-espansiva della FED. Inoltre, l’euro potrebbe perdere ancora terreno in scia al possibile taglio dei tassi nella riunione di dicembre prossimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>