Telecom Italia in caduta libera

di Millocca Manuel Commenta

Telecom Italia continua a perdere punti percentuali a piazza affari dopo la notizia che la controllata Telecom Italia Sparkler..

Telecom Italia continua a perdere punti percentuali a piazza affari dopo la notizia che la controllata Telecom Italia Sparkler,infatti ieri l’azione di Telecom Italia Sparkler ha perso il 3,67%.
Ieri i vertici societari hanno deciso di rinviare al 25 Marzo l’approvazione del bilancio 2009, il motivo vero è proprio dello slittamento è il sequestro di 300 Milioni di Euro a Telecom Italia Sparkler.

Nella giornata di Ieri il Consiglio di Amministrazione si è riunito e ha reso noto il bilancio preliminare dell’anno 2009, i ricavi dell’anno 2009 sono stati di 27,188 Miliardi di euro in calo del 5,6% rispetto all’anno precedente.
Altre notizie date dal Consiglio di Amministrazione Telecom è lo slittamento del pagamento del dividendo(non ancora calcolato dalla società in mancanza del bilancio)portandolo al 27 Maggio.



Secondo un team di esperti l’accantonamento di 300 milioni di euro dovuto a sequestro porterebbe molti disagi al utile azionario che avrebbe una riduzione del 20% sull’utile previsto ne 2009.
Gli analisti sostengono anche che bisognerebbe mettere in conto che il consensus sui conti di Telecom Italia potrebbe essere rivisto al ribasso in modo consistente.

Buone notizie per Telecom Italia arrivano dalla compagnia di rating Standard & Poor’s che rassicura Telecom che il rating del colosso delle telecomunicazioni rimarrà invariato.
Secondo la compagnia di rating si sa già che la società Telecom Italia Sparkler verrà interdetta nel udienza che parla di tutte le sue attività, ribadendo che la società sta già valutando tutte le conseguenze che derivano dall’udienza e poi sarà il tempo di agire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>