10 migliori utility europee nel 2013 secondo Morgan Stanley

di ND82 Commenta

Il settore delle utility è storicamente considerato “difensivo”. In questa fase del mercato, il settore non sta mostrando particolari opportunità d’acquisto ma resta molto attraente grazie all’elevato rendimento della cedola offerto dai colossi europei

morgan stanley

Il settore delle utility è storicamente considerato “difensivo”. In questa fase del mercato, il settore non sta mostrando particolari opportunità d’acquisto ma resta molto attraente grazie all’elevato rendimento della cedola offerto dai colossi europei attivi nel comparto dell’elettricità e del gas. Morgan Stanley ha passato a setaccio i 10 titoli europei più interessanti, assegnando loro un rating, un prezzo obiettivo ed evidenziando le prospettive per i prossimi mesi. Il titolo più interessante viene giudicato quello della spagnola Iberdrola, che capitalizza 26,3 miliardi di euro.

Sul titolo la banca americana ha un target price a 3,9 euro e un rating “equalweight”. Il rendimento della cedola è del 7,2% sia nel 2013 che nel 2014. Sul podio dei titoli più interessanti ci sono altre due spagnole: Gas Natural ed Endesa. La prima ha un rating “overweight” (sovrappesare) e un dividend yield del 5,5%; la controllata di Enel, invece, ha un rating “equalweight” e un prezzo obiettivo di 17,4 euro.

AZIONI DA COMPRARE NEL 2013 SECONDO MORGAN STANLEY

Per quanto riguarda il colosso italiano Enel, che capitalizza 27,9 miliardi, la banca americana assegna un target price a 2,9 euro e un rating “equalweight”. Il rapporto prezzo/utili stimato per l’ano in corso è di 9,6 volte, che dovrebbe scendere a 8,9 volte nel 2014. Il rendimento della cedola è del 4,2% quest’anno e del 4,5% nel 2014.

Nella lista di Morgan Stanley troviamo poi le società inglesi Centrica e Sse e soprattutto il colosso francese Edf, sul quale il giudizio è “overweight”. Per Edf il dividend yield 2013 e 2014 è del 6,5%. Completano la lista la francese Gdf-Suez le utility tedesche E.On e Rwe: quest’ultima ha un rendimento della cedola del 7,4% nel 2013 (6,3% nel 2014) e un rating fisato a “overweight”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>