Investire come Warren Buffett, ecco i suoi segreti

di Francesco Di Cataldo 1

Tutti i segreti per investire e guadagnare come Warren Buffett..

Warren Buffett è, secondo le classifiche di gran parte dei centri di analisi, il terzo uomo più ricco del pianeta e per molto tempo è stato persino a capo di questa classifica. Warren Buffett è il proprietario di McDonald’s, la famosa catena di fast food presente ormai in tutto il mondo. I suoi investimenti sono sempre importanti al punto che il nome di Warren Buffett è apparso due giorni fa sulle pagine dei giornali italiani per aver acquistato niente di meno che tre marchi italiani legati al mondo dei gioielli.

Per capire quanto sia capace il caro Warren è doveroso ricordare che nel 1965 l’imprenditore investì 10 mila dollari nella società Berkshire Hathaway, società che oggi egli controlla avendo un valore di mercato di 30 milioni di dollari. Warren Buffett non è però interessato alla complessità della domanda e offerta nel mercato azionario, per lui l’importanza è nel credere in una azienda e nel valore intrinseco che tale azienda può ottenere nel corso degli anni.



L’interesse di WB è lontanissimo dal mercato azionario in quanto tale: “Nel breve periodo il mercato è un concorso di popolarità, nel lungo termine è una macchina di peso”. Egli sceglie il proprio pacchetto azionario unicamente sulla base del loro potenziale globale in quanto una società è unica nel suo complesso e non è per nulla interessato alle plusvalenze che si possono generare, ma è interessato solamente alla capacità di un’azienda nel generare guadagni. Quando Warren Buffett investe in una società non è interessato al fatto se il mercato le riconoscerà valore, ma è interessato alla quantità di soldi che può generare tale business. Prima di investire in un’azienda Warren Buffett si pone alcune domandi estremamente importanti:

La società ha sempre funzionato bene?
Warren Buffet prima di investire osserva attentamente il ROE su una base minimo di 5 anni, massimo 10 anni, ovvero va ad osservare il rapporto tra Utile Netto e Patrimonio Netto.

La società ha evitato il debito in eccesso?
Buffett preferisce vedere una piccola quantità di debito in modo che la crescita degli utili venga generata dal patrimonio netto rispetto al denaro preso in prestito. Il rapporto debito / patrimonio netto / è calcolato come segue:

Totale passivo / Patrimonio ‘Equity

Questo rapporto indica la percentuale di capitale e di debito che l’azienda utilizza per finanziare la sua attività, e maggiore è il rapporto, più alto sarà il debito per il finanziamento della società. Un alto livello di indebitamento rispetto al patrimonio può portare a guadagni volatile e ad oneri finanziari di grandi dimensioni.

Sussistono elevati margini di profitto? Sono in aumento?
La redditività di un’impresa dipende non solo nell’avere un buon margine di profitto, ma anche un aumento costante del margine di profitto. Tale margine è calcolato dividendo l’utile netto con fatturato netto. Per ottenere una buona indicazione dei margini di profitto storici, gli investitori dovrebbero guardare indietro di almeno cinque anni. Il margine di un profitto elevato indica che la società sta eseguendo la sua attività in maniera corretta.

Da quanto tempo l’azienda è pubblica?
Buffett osserva in genere solo le società che sono in borsa da almeno 10 anni. Come risultato, la maggior parte delle società tecnologiche che hanno avuto l’IPO negli ultimi dieci anni non riuscirebbe a raggiungere il radar di Buffett (per non parlare del fatto che Buffett investirà solo in un business che egli comprende pienamente). Ha senso che uno dei criteri di Buffet è la longevità: investire nel valore intrinseco significa guardare alle aziende che hanno superato la prova del tempo, ma sono attualmente sottovalutate.

I prodotti dell’azienda si basano su una merce?
Warren Buffett tende a fuggire (ma non sempre) da società i cui prodotti sono indistinguibili da quelli dei concorrenti, e quelli che si basano unicamente su una commodity come il petrolio e il gas. Se la società non offre niente di diverso da un’altra azienda all’interno dello stesso settore, Buffett vede poco che contraddistingue l’azienda.

È lo stock di vendita con uno sconto del 25% del suo valore reale?
L’investitore deve determinare il valore intrinseco di una società, analizzando una serie di fondamentali attività, comprensivo dei proventi, delle entrate e patrimonio. Il valore di liquidazione non comprende beni immateriali come il valore di un marchio, che non è direttamente indicata sul bilancio. Una volta che Buffett determina il valore intrinseco della società nel suo complesso, lo paragona alla sua attuale capitalizzazione di mercato. Se la sua misurazione del valore intrinseco è superiore ad almeno il 25% a quello della capitalizzazione di mercato della società, Buffett vede l’azienda come una che ha un valore.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>