Aumento di capitale Mediolanum escluso da Ennio Doris

di Stefania Russo Commenta

Nel corso di un'intervista rilasciata a Il Corriere della Sera, l'amministratore delegato di Mediolanum, Ennio Doris, ha escluso la possibilità..

Nel corso di un’intervista rilasciata a Il Corriere della Sera, l’amministratore delegato di Mediolanum, Ennio Doris, ha escluso la possibilità che il gruppo decida di procedere ad una ricapitalizzazione in quanto non necessita di alcun aumento di capitale, dal momento che il suo Core Tier 1 risulta superiore al 10%, mentre ancora più alto risulta quello della banca, che arriva al 17%.

Nonostante questo, Doris ha espresso apprezzamento nei confronti degli istituti bancari che hanno deciso di procedere ad una ricapitalizzazione per rafforzare la loro struttura patrimoniale in vista dell’entrata in vigore di Basilea 3, sottolineando come molto spesso il mercato tenda a valutare con superficialità e a giudicare a rischio quelli che non procedono in questo senso.


Nel corso dell’intervista si è anche parlato del dossier Banca Esperia, società controllata al 50% da Mediolanum e che secondo Doris potrebbe essere ceduta solo a fronte di un’offerta molto significativa. Per quanto riguarda Mediobanca, invece, Doris ha spiegato di non aver ancora avuto colloqui sul patto ma è convinto che si riuscirà a trovare un accordo capace di accontentare tutti.

L’intervista di Ennio Doris arriva a pochi giorni dalla pubblicazione della trimestrale Mediolanum gennaio marzo 2011, archiviata con un utile netto in crescita del 4% a 68,6 milioni e masse amministrate che hanno raggiunto il massimo storico a 46,195 milioni. Per quanto riguarda Banca Mediolanum, nel corso dei prossimi mesi si prevede una crescita dei profitti e del numero dei clienti soprattutto grazie al lancio del nuovo conto deposito InMediolanum, che offre un tasso di interesse lordo del 3,5% per depositi vincolati a 12 mesi, entrando così a pieno titolo nella lista dei migliori conti deposito vincolati 2011.

A Piazza Affari la quotazione Mediolanum segna in tarda mattinata un rialzo dello 0,05% a 3,872 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>