Maxi Bond Grecia

di Millocca Manuel Commenta

Il paese Ellenico si prepara a lanciare una nuova ondata di Bond per un valore tra i 5 e i 10 Miliardi di Dollari..

Il paese Ellenico si prepara a lanciare una nuova ondata di Bond per un valore tra i 5 e i 10 Miliardi di Dollari,ma questa volta punta sui risparmiatori americani e non su quelli europei.
L’emissione di nuovo titolo pubblico ,a maggio, consentirà alla Grecia di pagare i debiti a scadenza per un totale che oscilla tra i 9 e i 10 Miliardi di titoli e interessi emessi molto prima.

Con questa mossa il paese ellenico sta diversificando la propira base di investitori, infatti George Papaconstantinou, ministro delle finanze greco farà un giro degli Stati Uniti per cercare di convincere il maggior numero di persone a investire nei titoli del debito pubblico greco.



Il paese ellenico sta tentando in tutti i modi di non far intervenire in alcun modo il Fondo Monetario Internazionale che metterebbe delle condizioni socio economiche molto ristrette che potrebbero portare a una crisi peggiore dell’Euro.
Questa tattica Greca è da ammirare perchè non solo sta pensando a risollevarsi ma sta aiutando l’Euro a crescere dopo il tonfo successo qualche mese fa.

La Germania è ancora molto ostile nei confronti della Grecia , infatti si sta lamentando con gli altri paesi dell’Euro-zona , che vuole che il tasso di interessi sul debito greco si attesti tra il 6 e il 6,5% mentre gli altri paesi preferirebbero mantenerlo tra il 3,5 e il 4%, infatti questo tasso più basso favorirebbe lo sviluppo del paese ellenico.

Secondo il Daily Telegraph si i società e ricchi privati stanno cercando di far uscire i capitali dal paese, infatti i dati attestano che sono già usciti dal paese capitali per il valore di 3 Miliardi di Euro che potrebbero salire a 5 Miliardi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>