Pil Grecia 2011-2012 negativo

di Filadelfo Scamporrino Commenta

Nessuna ripresa dell’economia greca per l’anno in corso, ma neanche per il 2012; solo nel 2013, si stima, arriverà la ripresa del ciclo economico.

Nessuna ripresa dell’economia greca per l’anno in corso, ma neanche per il 2012; solo nel 2013, si stima, arriverà la tanto sospirata ripresa del ciclo economico. Sono queste, in estrema sintesi, le previsioni sul prodotto interno lordo della Grecia a valere sul biennio 2011-2012 stando a quanto affermato da un rappresentante ellenico per l’FMI, il Fondo Monetario Internazionale.

In particolare, si prevede per l’anno in corso una forte contrazione del Pil della Grecia, pari a ben il 5,5%, mentre per il 2012 è atteso un rallentamento della discesa con un -2,5% che, in ogni caso, è particolarmente pesante e dannoso per l’euro. D’altronde le misure per il risanamento varate dal Governo greco per rispettare gli impegni con l’Europa sono a dir poco depressive, ragion per cui è inevitabile che a pagare lo scotto dell’austerità sia la crescita e nel complesso tutto il popolo ellenico.




ESAME BOND GRECI

Aspettando la ripresa economica, in ogni caso, il futuro della Grecia nell’euro si gioca però nelle prossime settimane visto che in ballo c’è la concessione di nuovi aiuti al fine di evitare una bancarotta che il Governo ellenico ha più volte smentito.

EUROPA KO PER COLPA DELLA GRECIA

La decisione finale sulla concessione degli aiuti, in particolare, è stata rinviata a fine ottobre sia per avere più tempo per valutare gli effetti del piano di risanamento, sia per trovare un accordo tra tutti i Paesi dell’Eurozona visto che alcuni di questi sono ancora irremovibili nella loro richiesta di ottenere garanzie collaterali prima di salvare il Paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>