Diasorin conferma guidance 2013 e lancia nuovi test

di ND82 Commenta

Giornata molto positiva in borsa per le azioni Diasorin, che a Piazza Affari evidenziano un rialzo provvisorio del 4,27% a 31,98 euro. Il titolo della società attiva nella diagnostica è salito fino a 32,19 euro, sui livelli più alti da agosto 2011

diasorin

Giornata molto positiva in borsa per le azioni Diasorin, che a Piazza Affari evidenziano un rialzo provvisorio del 4,27% a 31,98 euro. Il titolo della società attiva nella diagnostica è salito fino a 32,19 euro, sui livelli più alti da agosto 2011. A dare sostegno alle quotazioni alla borsa di Milano ci ha pensato la stessa società, attraverso la conferma della guidance 2013. Inoltre, Diasorin continua ad aumentare la sua offerta di prodotti, effettuando il lancio del primo test clia per il rilevamento della Chlamydia Trachomatis.

Questi nuovi test sono stati effettuati su scala globale, ad eccezione degli Stati Uniti e del Canada. Rappresentano una soluzione più accurata e veloce rispetto a quella su tecnologia elisa, ma anche più a buon mercato per i laboratori che utilizzano la diagnostica molecolare. Tra l’altro la Chlamydia è una delle malattie infettive più diffuse al mondo e il numero dei casi diagnosticati è in costante aumento.

Secondo Equita Sim, che ha ribadito il giudizio “buy” con target price a 33 euro, l’area clinica delle malattie infettive consentirà a Diasorin di aumentare il giro d’affari di 60-70 milioni di euro nel periodo 2011-2015. Anche Mediobanca apprezza il flusso positivo di notizie, ma ritiene che il titolo sia attualmente scambiato sulla base di multipli corretti. La banca di Piazzetta Cuccia conferma così il rating “neutral” e il target price a 28 euro.

Intanto Diasorin ha confermato la guidance 2013. Il fatturato per l’anno in corso viene stimato sempre a 450 milioni di euro, l’ebitda a 170 milioni di euro, mentre il free cash flow a 90 milioni di euro. E’ previsto poi il lancio di 6-8 nuovi test, che dovrebbero portare in doppia cifra la crescita delle vendite dei prodotti clia (67% del fatturato), senza contare l’andamento dei prodotti con vitamina D (27% del fatturato).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>