John Elkann presidente di Fiat

di Millocca Manuel 1

Sono arrivate oggi le prime indiscrezioni sulla possibile rinuncia da parte di Montezemolo, infatti si presume che lascerà la presidenza di Fiat a John Elkhann facendolo diventare cosi presidente di Fiat..

Sono arrivate oggi le prime indiscrezioni sulla possibile rinuncia da parte di Montezemolo della carica a Presidente di Fiat per concederla a John Elkann, uno dei membri della famiglia Agnelli.
Si attendono oggi pomeriggio oscillazioni del Titolo Fiat per la conferenza stampa richiesta stamane da Montezemolo, il Titolo Fiat per il momento è in rialzo di due punti percentuale a quota 9,81 euro.

Durante la conferenza stampa si presume che Luca Cordeo Di Montezemolo lascerà la carica di presidente, cedendola al vice presidente John Elkann.



Secondo gli esperti Montezemolo lascerà la presidenza di Fiat per entrare in politica, ma Montezemolo ha ribadito oggi che non ascenderà mai alla politica, ribadendo che solo in un’altra vita entrerà in politica.

Prima della conferenza stampa Montezemolo ha risposto ad alcune domande sul motivo che lo spingerebbero a lasciare Fiat, e ha risposto che nella vita bisogna fare il proprio mestiere, aggiungendo che non vuole che si pensi che ero diventato presidente di Fiat per fare politica.

Da quanto si apprende il cambio di vertice sarebbe dovuto al piano di riordino del gruppo e allo spin-off del settore automobilistico che dovrebbe partire a breve.
Il piano di sostegno Fiat dovrebbe portare a produrre 5,6 Milioni di auto.

Secondo gli analisti di Intermonte il piano di sostegno porterà la produzione a 5,7 Milioni di auto, una cifra piuttosto elevata se si ripensa ai vecchi target di 3,7 Milioni di auto prodotte.
Gli analisti di Intermonte hanno aggiunto che Fiat dopo l’operazione arriverà a 2 Miliardi di euro di Utili.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>