Acquisto azioni Azimut consigliato da Deutsche Bank

di Stefania Russo Commenta

A Piazza Affari stamane il titolo Azimut viaggia in controtendenza rispetto ai principali indici azionari del listino...

A Piazza Affari stamane il titolo Azimut viaggia in controtendenza rispetto ai principali indici azionari del listino milanese segnando in tarda mattinata un guadagno di oltre un punto percentuale a 7,75 euro.

Ad influire positivamente sull’andamento del titolo del gruppo attivo nella gestione, nella promozione e nella distribuzione in Italia di prodotti finanziari ed assicurativi è stata soprattutto la valutazione positiva arrivata dagli analisti di Deutsche Bank, che hanno indicato tre diversi motivi per i quali bisognerebbe includere le azioni Azimut nel proprio portafoglio di investimenti.

MIGLIORI DIVIDEND YIELD 2012 SECONDO MEDIOBANCA

La banca tedesca, che ricordiamo ha sul titolo Azimut rating “buy” e target price a 9,5 euro, ha sottolineato tra i punti forti del gruppo anzitutto la sua capacità di raccogliere flussi di denaro anche in condizioni di mercato piuttosto difficili. In secondo luogo, inoltre, Azimut ha dimostrato di essere capace di porre in essere una crescita costante delle commissioni ricorrenti grazie all’espansione e al miglioramento dei margini. Infine, l’ultimo motivo che dovrebbe portare ad investire in azioni Azimut riguarda le interessantissime prospettive di crescita del gruppo.

PREVISIONI AZIMUT ESERCIZIO 2012

Secondo il broker, inoltre, Azimut è nelle condizioni di puntare ad un’ulteriore crescita della società attraverso un’importante acquisizione in Italia o all’estero. Tuttavia, se entro i prossimi due anni non dovessero arrivare opportunità di questo tipo, la società potrebbe decidere di alzare ulteriormente l’ammontare dei dividendi destinati agli azionisti, incrementando ulteriormente il suo payout ratio, storicamente pari al 30% circa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>