Bilancio Piquadro aprile dicembre 2010

di Stefania Russo Commenta

Il consiglio di amministrazione di Piquadro ha approvato i risultati relativi ai primi nove mesi dell'esercizio 2010-2011 chiuso al 31 dicembre 2010..

Il consiglio di amministrazione di Piquadro ha approvato i risultati relativi ai primi nove mesi dell’esercizio 2010-2011 chiuso al 31 dicembre 2010 con un fatturato pari a 43,98 milioni di euro, in aumento del 19,1% rispetto ai 36,9 milioni dell’esercizio precedente.

L’utile netto ha registrato un incremento del 33,5% a 6,52 milioni, a fronte di un giro d’affari in crescita del 19% circa a 44 milioni. Nel periodo in esame l’Ebitda ha raggiunto quota 11,78 milioni di euro, pari al 26,80% dei ricavi di vendita e in aumento del 21,19% rispetto ai 9,72 milioni di euro dell’esercizio precedente. L’Ebit, invece, ha raggiunto quota 10,44 milioni di euro, pari al 23,74% dei ricavi di vendita e in crescita del 26,67% rispetto agli 8,24 milioni di euro dello stesso periodo del precedente esercizio.


Al 31 dicembre 2010 la posizione finanziaria netta è risultata negativa per 9,26 milioni di euro rispetto al rosso di 5,3 milioni registrato al 31 marzo 2010 per effetto delle dinamiche di stagionalità del capitale circolante.

Il presidente e Ceo di Piquadro, Marco Palmieri, ha affermato che l’azienda è pienamente soddisfatta dei risultati realizzati nel corso dei primi nove mesi, che consentono di guardare al futuro con fiducia. La redditività, infatti, è aumentata nonostante i forti investimenti realizzati nel settore retail, inoltre l’ottima generazione di cassa conferma l’efficacia del modello di business adottato.

A Piazza Affari il titolo Piquadro poche ore dopo la diffusione dei risultati segna una perdita dell’1,67% a 2,36 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>