Fiat Industrial previsioni degli analisti su fusione Cnh

di Stefania Russo Commenta

La nuova proposta di integrazione con Cnh presentata ieri da Fiat Industrial è stata accolta positivamente dal mercato e dagli analisti...

La nuova proposta di integrazione con Cnh presentata ieri da Fiat Industrial è stata accolta positivamente dal mercato e dagli analisti. Questi ritengono infatti che l’allettante dividendo straordinario di 10 dollari per azione possa accelerare la fusione tra le due società.

Gli analisti di Equita, che sul titolo Fiat Industrial hanno rating “buy” target price a 9,7 euro, ritengono probabile l’accettazione della proposta e prevedono inoltre la conclusione dell’accordo tra le due società entro la fine di marzo.


La loro stima è di un prezzo di recesso per Fiat Industrial di circa 7,9 euro per azione, inoltre parlano di una diluzione dell’eps dell’1% per i maggiori oneri derivanti dal dividendo e ritengono che la holding Exor resterà al 27,6% come inizialmente ipotizzato.

La proposta di Fiat Industrial è considerata attraente anche dagli esperti di Mediobanca, che però frenano gli entusiasmi. A loro avviso, infatti, anche qualora la fusione dovesse andare in porto, non ci sarà un impatto positivo nel breve termine su Fiat Industrial, dal momento che il premio pagato sarà probabilmente in linea con le sinergie del primo anno. Nel caso in cui, invece, l’offerta dovesse essere rifiutata, non ci sarà un impatto negativo sul titolo in quanto Fiat Industrial al momento non sta incorporando nel suo prezzo alcun beneficio che potrebbe derivare dalla fusione.

Gli analisti di Kepler, pur considerando l’operazione razionale e strategica, sottolineano come questa potrebbe costare a Fiat Industrial, quasi 0,29 miliardi di dollari (0,23 miliardi di euro), ossia il 2% della sua capitalizzazione di mercato.

Per Banca Akros, che sul titolo ha rating “buy” e target price a 10,50 euro, un miglioramento del rapporto di cambio è stato già parzialmente scontato dal mercato, mentre secondo Banca Imi (rating “buy” e target price a 9,63 euro) la nuova offerta lascia spazio anche ad una migliore valorizzazione degli asset sottostanti di Fiat Industrial in un arco di tempo ragionevole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>