Finmeccanica ipotesi accelerazione cessione Ansaldo Energia

di Stefania Russo 1

A Piazza Affari spicca la performance messa a segno da Finmeccanica, che in tarda mattinata arriva a segnare un guadagno...

A Piazza Affari spicca la performance messa a segno da Finmeccanica, che in tarda mattinata è arrivata a segnare un guadagno di oltre quattro punti e mezzo percentuali sulla scia delle indiscrezioni di stampa che parlano di una possibile accelerazione del dossier per la cessione della controllata Ansaldo Energia.

Secondo i rumors, in particolare, il management della società avrebbe inviato ai potenziali acquirenti una lettera in cui viene specificato che il termine ultimo per la presentazione delle offerte vincolanti per l’acquisizione del 100% di Ansaldo Energia è il 23 gennaio 2013.


La notizia è stata accolta positivamente dal mercato soprattutto perchè indica che la cessione di Ansaldo Energia non è stata momentaneamente accantonata, come ipotizzato nelle scorse settimane in considerazione della tempistica più ampia che si pensava fosse necessaria per la conclusione di tale operazione dopo la caduta del governo Monti.

Secondo gli analisti di Intermonte, tuttavia, la decisione di accelerare la cessione di Ansaldo Energia andrebbe a favore soprattutto di Siemens e Doosan, mentre sarebbe svantaggiosa per la cordata italiana capitanata dal Fondo Strategico Italiano, che a quanto pare sarebbe stata colta di sorpresa e pertanto si sarebbe riunita ieri pomeriggio per fare un esame della situazione.

Gli analisti di Equita ritengono che nel caso in cui queste ultime indiscrezioni dovessero essere confermate, si ridurranno notevolmente le possibilità che la cordata italiana riesca ad averla vinta e quindi sarà più probabile la massimizzazione della valutazione.

Commenti (1)

  1. Se Finmeccanica accelera per vendere a Siemens e Doosan comette un grave errore perchè nessuna delle 2 ha un progetto strategico per l’Italia.Le turbine Siemens e Ansaldo oggi sono un doppione e prelevati gli ordini Siemens chiuderebbe i siti italiani.Doosan ha sistemi tradizionali in energia ed acqua pulita ma non ha le tecnologie moderne che servono all’Italia.I suoi depuratori
    sono un po’ vecchi come i sistemi energetici di stoccaggio.
    Capisco che Finmeccanica,voglia far cassa subito e sta giocando un brutto tiro mancino agli italiani che potrebbe poi ribaltarsi nella costruzione aerea.Finmeccanica non ha la vision della Boeing ne dei Tedeschi che sviluppano l’aviation a partire da nuove turbine,syngas ed aviation fuels che sono fuori dalla logica attuale di Finmeccanica che nel civile è tributaria di progettazioni straniere mentre nella difesa regge la progettazione interna.Il mondo sa che gli Usa e la Nasa hanno dato ad Israele brevetti militari che Israele ha tradotto benissimo nell’uso civile,mentre a Finmeccanica questo passaggio è sempre mancato ed è la ragione per cui rimane una industria legata agli ordini militari,non capendo che tutta l’industria militare e difesa moderna è legata alle energie rinnovabili.Vendendo Ansaldo a Siemens o Doosan non miglioriamo per niente le nostre tecnologie in energia,ce ne priviamo per far un po’ di cassa.Sarebbe come dire che quelli dell’amarone o sciachetrà sono dei “bellinoni” a fare un vino che costa tempo e fatica e che farebbero meglio a vendere le loro botti ai cinesi o californiani.Io pensavo ad una Superansaldo da 20 miliardi annui,questi Ceo di Finmeccanica pensano ai loro spiccioli per pagarsi il lauto stipendio e l’aereo pagato da pantalone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>