Ipotesi aumento di capitale Generali Assicurazioni 2012

di Stefania Russo Commenta

Dopo l'uscita di scena di Giovanni Perissinotto e la nomina di Mario Greco alcuni giornali hanno avanzato l'ipotesi...

Dopo l’uscita di scena di Giovanni Perissinotto e la nomina di Mario Greco, alcuni giornali hanno avanzato l’ipotesi che la compagnia assicurativa triestina decida ben presto di lanciare un’operazione di ricapitalizzazione.

Perissinotto, ricordiamo, ha sempre escluso che la compagnia avesse bisogno di un aumento di capitale per rafforzare i coefficienti patrimoniali ed essere in possesso delle risorse necessarie quando nel 2014 il finanziere ceco Petr Kelner eserciterà l’opzione di vendita sul 49% della joint venture in Europa orientale.

BILANCIO TRIMESTRALE GENERALI ASSICURAZIONI GENNAIO MARZO 2012

Non è però detto che la strada indicata da Perissinotto venga condivisa anche da Greco, in quanto non si esclude che il nuovo Ceo decida proprio di ricorrere ad un aumento di capitale per rafforzare il patrimonio della compagnia assicurativa. Quel che è certo, almeno per ora, è che dopo l’uscita di Perissinotto Generali Assicurazioni ha recuperato la fiducia del mercato: nelle due sedute che hanno seguito l’uscita di scena dell’ex manager, infatti, il titolo ha guadagnato oltre cinque punti percentuali.

GENERALI ASSICURAZIONI SFRUTTA LA DEBOLEZZA DI FONDIARIA SAI

Secondo Mediobanca, tuttavia, è possibile che anche Greco decida di escludere l’ipotesi della ricapitalizzazione, provvedendo invece ad accelerare il processo di dismissione degli asset Bsi e Generali Usa. Secondo Piazzetta Cuccia, inoltre, il nuovo Ceo dovrà concentrarsi anche sulla redditività degli investimenti, in particolare attuando un cambiamento nell’asset allocation in modo tale da privilegiare i titoli ad alto rendimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>