Pirelli giudizio “buy” confermato da Bank of America

di ND82 Commenta

Partenza positiva in borsa per le azioni Pirelli & C., che stamattina a Piazza Affari mostrano un rialzo provvisorio dello 0,73% a 8,94 euro. I prezzi sono saliti fino a 9,09 euro

Pirelli-Pzero2

Partenza positiva in borsa per le azioni Pirelli & C., che stamattina a Piazza Affari mostrano un rialzo provvisorio dello 0,73% a 8,94 euro. I prezzi sono saliti fino a 9,09 euro. La settimana scorsa è stata archiviata con una perdita superiore al 4%, dopo la formazione del massimo più alto da ottobre 2002 a 9,48 euro. Nonostante il clima di risk off sui mercati azionari, il titolo della Bicocca tiene bene grazie agli ottimi dati sul mercato degli pneumatici in America Latina.

Inoltre, stamattina Bank of America Merril Lynch ha confermato il suo giudizio a “buy”, ovvero acquistare le azioni, con un target price fissato a 9,7 euro. Secondo la banca d’affari americana, le azioni Pirelli riusciranno a superare i top di periodo e quindi la forte area di resistenza posta a 9,5 euro. Da un punto di vista tecnico, però, la situazione non sembra essere così scontata, anzi probabilmente nei prossimi giorni il titolo si muoverà tra 9 euro e 8,5 euro.

RATING PIRELLI TAGLIATO DA SOCIETE GENERALE

Intanto, Pirelli può festeggiare l’ottimo andamento del mercato tyre in Sudamerica, come già aveva mostrato la concorrente Michelin. Il trend è di tutto rispetto con un +23% per i pneumatici auto e un +34% per i camion. Resta debole il mercato europeo, che comunque si avvia verso una normalizzazione mostrando un -6% per l’auto eun -1% per i camion.

Nell’area NAFTA i dati sono stati contrastanti, con un +6% per i pneumatici auto e un -9% per i camion. Per Pirelli assume molta importanza il dato relativo all’America Latina, considerando che ormai conta per il 34% del fatturato complessivo del gruppo milanese. L’Europa, invece, vale per il 10%. Bank of America ML ritiene che i dati di maggio saranno fondamentale per sostenere la guidance di Pirelli per l’anno in corso. La crescita dei volumi è stimata a +4%, ma BofA ML non esclude una revisione al rialzo a +5%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>