Saras piano industriale 2013-2017

di Stefania Russo Commenta

Saras ha presentato oggi alla comunità finanziaria il suo nuovo piano industriale relativo al periodo 2013-2017, che...

Saras ha presentato oggi alla comunità finanziaria il suo nuovo piano industriale relativo al periodo 2013-2017, che prevede la concreta attuazione di una serie di iniziative pianificate nel corso dell’esercizio 2012 e finalizzate ad un incremento del margine operativo lordo al 2015 compreso tra 60 e 80 milioni di euro, nonché un miglioramento del margine di raffinazione di circa 0,7-1,0 dollari al barile.


Il piano predisposto dalla società può essere suddiviso in due gruppi di attività. Nel primo gruppo rientrano attività destinate al miglioramento dell’efficienza energetica e della performance degli impianti della raffineria di Sarroch, finalizzate a realizzare un incremento dell’Ebitda a regime pari a 45-55 milioni di euro.

Il secondo gruppo di attività, invece, consiste sostanzialmente in iniziative riguardanti le attività di “Supply & Trading” e include nuove iniziative commerciali, sviluppo di nuovi mercati e attività finalizzate allo sfruttamento della crescente volatilità delle quotazioni petrolifere. Per questo secondo gruppo di attività i benefici in termini di Ebitda attesi a regime sono di circa 17-27 milioni di euro.

Gli obiettivi indicati nel nuovo piano industriale di Saras sono stati accolti in maniera positiva dal mercato. A Piazza Affari, infatti, il titolo segna nel pomeriggio un guadagno di oltre due punti percentuali a 0,9615 euro.

Saras, ricordiamo, ha archiviato l’esercizio 2012 con una perdita di 90,1 milioni di euro, pertanto ha deciso di non distribuire alcun dividendo ai suoi azionisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>