Trimestrale Astaldi gennaio marzo 2012

di Stefania Russo Commenta

Astaldi ha archiviato il primo trimestre dell'anno con ricavi totali in crescita del 2,2% a 522,3 milioni ma inferiori...

Astaldi ha archiviato il primo trimestre dell’anno con ricavi totali in crescita del 2,2% a 522,3 milioni, ma inferiori rispetto alle previsioni degli analisti. L’Ebitda ha registrato un calo del 4,3% a 53,9 milioni, ricondotto principalmente al peso delle lavorazioni indirette effettuate tramite i consorzi, mentre l’utile netto è cresciuto del 2,5% a 17,7 milioni di euro.

Al termine dei primi tre mesi dell’anno l’indebitamento netto ha registrato un incremento passando a 536,4 milioni di euro dai 479,7 milioni registrati a dicembre 2011, da ricondurre soprattutto ad investimenti per complessivi 103 milioni di euro.

INVESTIRE NEL MATTONE O IN BTP?

Al 31 marzo 2012 il portafoglio ordini è risultato pari a 10,4 miliardi, con nuovi ordini per un ammontare pari a 907 milioni di euro. Il settore delle costruzioni si è confermato il core business del gruppo con 7,3 miliardi di euro, ovvero il 70% circa del portafoglio totale, mentre il restante 30% riguarda le concessioni.

QUANTO INVESTIRE NEL SETTORE IMMOBILIARE

A Piazza Affari il titolo Astaldi non beneficia della pubblicazione della trimestrale. Nel pomeriggio segna infatti una flessione di oltre cinque punti percentuali a 5,235 euro, nonostante l’andamento positivo dei principali indici azionari e nonostante gli analisti di Intermonte abbiano ribadito rating “buy” sul titolo e un prezzo obiettivo a 7,50 euro, affermando che a loro avviso l’attuale sottovalutazione del titolo è del tutto ingiustificata.

Gli analisti di Mediobanca hanno invece ribadito rating “outperform” e target price a 8,40 euro, soprattutto in considerazione del fatto che la possibile cessione di alcune concessioni mature fungerebbe da catalizzatore all’andamento del titolo in Borsa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>