Ipo Rhiag 2011

di Stefania Russo 2

Rhiag Inter Auto Parts Italia, società attiva nella distribuzione di parti di ricambio per autovetture e veicoli industriali, sbarcherà nel segmento STAR...

Rhiag Inter Auto Parts Italia, società attiva nella distribuzione di parti di ricambio per autovetture e veicoli industriali, sbarcherà nel segmento STAR della Borsa italiana il 1° giugno prossimo. Ieri è partita l’offerta pubblica di vendita e sottoscrizione (Opvs) che terminerà giovedì 26 maggio alle ore 13:30 e che ha come obiettivo il collocamento di 70 milioni di azioni.

Il 90% di queste, tuttavia, saranno riservate agli investitori istituzionali, mentre solo il restante 10% sarà riservato al retail. Il range di prezzo è compreso tra 3,2 e 3,9 euro per azione, ossia un prezzo che valorizza la società tra i 384,1 e i 468,2 milioni di euro, ossia tra 9,1 e 10,2 volte l’Ebitda.


Il numero minimo di azioni sottoscrivibili è pari a 1.000, per cui l’investimento minimo è compreso tra 3.200 e i 3.900 euro. Nel documento che accompagna l’operazione, presentata ieri ufficialmente dall’amministratore delegato, Luca Zacchetti, e dal direttore finanziario, Alessandro Tedeschi, Rhiag specifica che l’emittente si è impegnato a non vendere le azioni prima che siano trascorsi 356 giorni dall’inizio delle negoziazioni in Borsa, mentre l’azionista di riferimento Lanchester, che nell’ambito di questa operazione venderà 52 milioni di titoli, si è impegnato a non vendere le azioni per un periodo pari a 180 giorni a decorrere dall’inizio delle contrattazioni in Borsa.

Nell’ambito di questa operazione Banca Imi, Goldman Sachs e Mediobanca svolgono il ruolo di global coordinator, mentre il ruolo di advisor legale è affidato a Clifford Chance.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>