Domanda e rendimento BOT asta 10 gennaio 2013

di Stefania Russo Commenta

Nel corso dell'asta tenuta questa mattina il Ministero dell'Economia e delle Finanze ha collocato BOT (Buoni Ordinari del Tesoro)...

Nel corso dell’asta tenuta questa mattina il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha collocato BOT (Buoni Ordinari del Tesoro) con scadenza 14 gennaio 2014 (ISIN: IT0004885965) per un ammontare complessivo pari a 8,5 miliardi di euro, ovvero l’intero ammontare offerto.

Sul fronte del rendimento, è stato registrato un nuovo drastico calo, preannunciato dal consistente restringimento del differenziale tra BTP e Bund tedeschi delle ultime settimane.


In particolare, il rendimento medio si è attestato allo 0,864%, in flessione rispetto all’1,456% della precedente asta e ai livelli minimi da gennaio 2010. Il calo è stato favorito anche dalla domanda sostenuta, pari a 15,17 miliardi, ossia quasi 1,8 volte l’offerta (1,79 nella precedente asta).

Dopo la pubblicazione dei risultati dell’asta di BOT annuali, l’attenzione dei mercati si sposta ora sull’asta di BTP a tre anni e di CCTeu in programma per domani (si veda “Dettagli asta BTP e CCTeu 11 gennaio 2013“).

Sempre questa mattina, inoltre, la Spagna ha collocato di 5,817 miliardi di euro in Bonos, oltre il target massimo previsto. In particolare, sono stati assegnati 3,397 miliardi di Bonos con scadenza 2015, rendimento al 2,476% (dal 3,282% dell’asta precedente) e bid to cover pari a 2,1; 1,95 miliardi di euro di Bonos con scadenza 2018, rendimento in calo al 3,988% (dal 4,68% del’asta precedente) e bid to cover a 2,60; 470 milioni di Bonos con scadenza 2026, rendimento al 5,555% (dal 6,19% dell’asta precedente) e rapporto di copertura pari a 2,9 volte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>