Domanda e rendimento BOT asta 27 giugno 2012

di ND82 Commenta

La Banca d’Italia ha comunicato di aver collocato 9 miliardi di euro di Buoni del Tesoro con scadenza semestrale

Oggi era in programma l’asta del Tesoro italiano dei Buoni Ordinari del Tesoro per un ammontare fino a 9 miliardi di euro. Contemporaneamente sono andati in scadenza 9,9 miliardi di euro di BOT. L’emissione odierna era particolarmente attesa dagli investitori, visto che la parte breve della curva dei rendimenti italiani è da diverso tempo sotto pressione. Basta pensare che nell’ultima asta dei BOT a 12 mesi il rendimento lordo ha sfiorato il 4%. Ieri, invece, il Tesoro ha collocato 3,991 miliardi di CTZ con un aumento del tasso al 4,712%, molto vicino al top di dicembre 2011 (4,853%).

La Banca d’Italia ha comunicato di aver collocato 9 miliardi di euro di Buoni del Tesoro con scadenza semestrale, cioè lo stesso ammontare previsto dal Ministero dell’Economia e delle Finanze. La richiesta degli investitori per i BOT con scadenza 31 dicembre 2012 si è attestata a 14,53 miliardi di euro, per cui il bid-to-cover ratio è stato pari a 1,62.

DOMANDA E RENDIMENTO BOT ASTA 29 MAGGIO 2012

Rispetto all’asta dello scorso 29 maggio per i titoli con identica scadenza, il rapporto di copertura è sceso in quanto nell’asta precedenza si era attestato a 1,71. Circa un mese fa furono emessi 8,5 miliardi di euro di BOT semestrali, a fronte di una domanda pari a 13,67 miliardi di euro.

VANTAGGI E SVANTAGGI BTP ITALIA

Il rendimento lordo dei BOT a 6 mesi è salito al 2,957% dal 2,104% dell’asta di fine maggio scorso. Il prezzo di aggiudicazione in asta è stato pari a 90,503. Dopo l’asta lo spread Btp-Bund è in lieve calo a 458 punti base, dopo che ieri la chiusura era stata vicina a 470 punti base.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>