Stacco dividendi 7 maggio 2012

di Stefania Russo Commenta

Maggio è senza dubbio il mese dell'anno più atteso da coloro che scelgono di investire in Borsa, dal momento che la maggior...

Maggio è senza dubbio il mese dell’anno più atteso da coloro che scelgono di investire in Borsa, dal momento che la maggior parte delle aziende quotate a Piazza Affari decide di staccare il dividendo destinato agli azionisti proprio durante questo mese.

Dopo i primi stacchi e pagamenti di aprile, dunque, è a maggio che la stagione dei dividendi entra nel vivo. Si comincia lunedì 7 maggio, anche se la data più attesa è senza dubbio il 21 maggio, quando staccheranno il dividendo alcune tra le più importanti e conosciute società presenti sul listino milanese.

INVESTIRE PUNTANDO SUI DIVIDENDI

Il 7 maggio, in particolare, staccheranno il dividendo destinato agli azionisti: Astaldi (0,17 euro); Aeroporto Firenze (0,08 euro); B&C Speakers (0,25 euro); Banca Ifis (0,25 euro); Banca Profilo (0,002 euro); Banco Desio Brianza (0,105 euro); Banco Desio Brianza RNC (0,126 euro); Brembo (0,30 euro); Cad It (0,24 euro); Cairo Communication 0,15 euro per azione (0,30 euro se si considera anche l’acconto); Centrale Latte To (0,02 euro); Credito Bergamasco (0,5 euro); Creval (0,05 euro); Fiera Milano (0,2 euro); Interump (0,12 euro); Irce (0,06 euro); MutuiOnline (0,12 euro); Ratti (0,1 euro); Valsoia (0,12 euro); Zignano Vetro (0,31 euro).

COME FUNZIONA LO STACCO DEI DIVIDENDI

La data di stacco del dividendo, ricordiamo, assume rilevanza anche perché a partire da tale data il prezzo della quotazione del titolo subisce un taglio, in quanto dal prezzo di chiusura della seduta precedente viene sottratto il valore corrispondente al dividendo per azione distribuito. Inoltre tale data determina il diritto ad intascare la cedola, dal momento che la remunerazione verrà corrisposta a coloro che si troveranno in possesso del titolo, fatta eccezione per coloro che lo acquisteranno proprio nel giorno di stacco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>