Buoni Fruttiferi Postali Europa

di Fabrizio Martini Commenta

Un nuovo buono fruttifero postale introdotto da Poste Italiane a decorrere dal 10 giugno 2013 è il BFP Europa.

500_poste

Poste Italiane ha introdotto dal 10 giugno 2013 dei nuovi buoni fruttiferi postali. Oltre all’introduzione del Buoni Fruttiferi Postali RisparmiNuovi sono state introdotte altre 11 categorie di titoli di investimento postali. I nuovi titoli su cui effettuare investimenti dei propri risparmi, potranno essere sottoscritti direttamente agli uffici di Poste Italiane

Le categorie di buoni fruttiferi postali disponibili dallo scorso 10 giugno sono le”P57”, “L01”, “R04”, “E13”, “S18”, “T21”, “M84”, “J37”, “D42”, “Z23”, “C05”, “G02” e “F04”.

Sono andate quindi fuori corso le vecchie categorie di titoli di investimenti che non sono quindi più sottoscrivibili. Le serie fuori corso sono la “R03”, “E12”, “S17”, “T20”, “M83”, “J36”, “D41”, “Z22”, “C04”, “G01” e “F03”.

Una nuova emissione è rappresentata dai Buoni Fruttiferi Postali Europa, contrassegnati con il numero di serie P57.

Si tratta di una particolare emissione che è particolarmente dedicato a coloro che intendono beneficiare di eventuali futuri rialzi dei Mercati azionari Europei. Il titolo infatti è influenzato dall’indice borsistico EURO STOXX 50. Poste Italiane assicura la garanzia del capitale investito da parte del sottoscrittore. Inoltre viene garantita la certezza di ottenere un rendimento minimo garantito.

La durata massima del titolo di investimento BFP Europa è di quattro anni. Il buono paga un diverso tasso di rendimento il primo anno, rispetto a quello riconosciuto negli ultimi tre della sua durata. Il primo anno infatti viene riconosciuto un tasso nominale lordo pari al 4,00%; questa è una condizione influenzata dall’indice borsistico EURO STOXX 50. Infatti se la variazione annua di questo indice è maggiore o uguale al 7,00% viene garantito il tasso nominale del 4 per cento.

I rendimenti cambiano dal secondo al quarto anno. Durante questo periodo viene riconosciuto sempre un tasso nominale loro pari al 4,00%, ma varia la condizione inerente l’indice di borsa EURO STOXX 50. Infatti per poter incassare questo tasso nominale lordo occorre che la variazione annua dell’Indice EURO STOXX 50 sia maggiore o uguale al 10,00%.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>