Differenza tra prestito e fido

di Stefania Russo 1

Il prestito personale e il fido sono sue tipologie di prestiti che le banche concedono ai propri clienti e che spesso vengono confuse tra...

Il prestito personale e il fido sono sue tipologie di prestiti che le banche concedono ai propri clienti e che spesso vengono confuse tra di loro. Sebbene si tratta sempre della concessione di una somma di denaro da parte di un istituto bancario e che dovrà poi essere rimborsata insieme agli interessi maturati, esistono diverse differenze tra un fido e un prestito.

Il prestito personale è in poche parole una somma di denaro che la banca concede al proprio cliente e che dovrà essere poi restituita mediante delle rate costituite sia da capitale che da interessi. L’ammontare del prestito è predeterminato e il tasso di interesse verrà sempre applicato sull’intera somma concessa al cliente sotto forma di prestito personale.


Il fido può invece essere definito una somma di denaro che viene messa a disposizione del cliente, che può però scegliere di utilizzarne solo una parte. In questo caso gli interessi vengono applicati solo sulla somma di denaro che il cliente ha utilizzato. Il fido, inoltre, a differenza del prestito non viene concesso mediante un accredito della soma pattuita ma il cliente ne usufruisce attraverso lo “scoperto” sul proprio conto corrente fino a raggiungere come soglia massima l’ammontare di denaro autorizzato dalla banca.

E’ ovvio che la convenienza dell’uno o dell’altro strumento dipende dalla esigenze personali di ciascuno. Il fido è apparentemente più “comodo” in quanto si ha la disponibilità del denaro ma si ha la possibilità di utilizzare solo la parte che effettivamente serve, tuttavia è bene considerare che nella maggior parte dei casi i tassi di interesse applicati al fido sono più elevati, per cui da questo punto di vista il prestito personale risulta più conveniente.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>