Cambio euro dollaro 03 ottobre 2011

di Stefania Russo Commenta

La crisi del debito sovrano e la situazione di incertezza in merito alla reale efficacia delle misure predisposte dai vertici dei paesi della zona...

La crisi del debito sovrano e la situazione di incertezza in merito alla reale efficacia delle misure predisposte dai vertici dei paesi della zona euro continuano ad influire negativamente sull’andamento dell’euro nei confronti delle principali valute di riferimento.

Nel corso della seduta asiatica, infatti, l’euro ha ulteriormente perso terreno nei confronti del dollaro arrivando a calare fino a quota 1.3314.

SCEGLIERE LA PIATTAFORMA FOREX ONLINE

In calo anche il cambio euro yen che, sempre durante la seduta asiatica, ha perso lo 0,40% circa fino a toccare quota 102.75. Al contrario, invece, l’euro ha realizzato un leggero guadagno nei confronti della sterlina segnando un progresso dello 0.05% a 0.8594.

TIPI DI BROKER FOREX

Le prossime indicazioni macroeconomiche che influenzeranno notevolmente il cambio euro dollaro con ogni probabilità saranno quelle che arriveranno nel prossimi giorni dalla Banca centrale europea, che nel corso della consueta riunione mensile deciderà se mantenere o meno invariati i tassi di riferimento, una decisione che come sempre ha un grande impatto sul cambio euro dollaro. Importanti indicazioni in tema di politica monetaria e che allo stesso tempo influenzeranno il cambio euro dollaro arriveranno inoltre dalla consueta conferenza stampa che il presidente Trichet terrà al termine della riunione.

Intorno alle dieci di questa mattina il cambio euro dollaro tratta a 1,3349, il cambio euro sterlina a 0,8588, il cambio euro yen a 102,59, il cambio euro franco svizzero a 1,2158, il cambio euro dollaro canadese a 1,3994 e il cambio euro dollaro australiano a 1,384.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>