Cambio euro dollaro 04 maggio 2011

di Stefania Russo Commenta

L'accordo relativo al piano di salvataggio del Portogallo raggiunto ieri in serata tra Lisbona e l'Unione europea, il Fondo monetario internazionale..

L’accordo sul salvataggio del Portogallo raggiunto ieri in serata tra Lisbona e l’Unione europea, il Fondo monetario internazionale e la Banca centrale europea ha risollevato l’euro, dopo il leggero calo registrato stamane sul finire della seduta asiatica nei confronti sia del dollaro che dello yen.

La divisa europea mostra un andamento positivo anche nei confronti della sterlina dopo che i dati sull’indice manifatturiero del Regno Unito hanno allontanato la possibilità che la Bank of England proceda ad un rialzo dei tassi di interesse.


La Banca centrale europea, invece, è sempre più propensa ad una politica restrittiva e dovrebbe procedere ad un ulteriore rialzo dei tassi nel corso dei prossimi mesi.

L’euro, ricordiamo, ha raggiunto ieri il massimo da 17 mesi a 1,4903 dollari e da febbraio ad oggi ha guadagnato circa l’11% rispetto al biglietto verde, soprattutto per le aspettative sulla politica monetaria della Bce e per la politica espansiva adottata invece dalla Federal Reserve. Il dollar index è calato dello 0,17% a quota 73,011, riavvicinandosi al minimo di tre anni di 72,722.

In tarda mattinata il cambio euro dollaro si attesta a 1,486, il cambio euro sterlina a 0,9004, il cambio euro yen a 120,38 e il cambio euro franco svizzero a 1,2789.

[email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>