Cambio euro dollaro 11 maggio 2011

di Stefania Russo Commenta

L'euro riesce a conservare i guadagni delle ultime sedute soprattutto grazie alle speculazioni su un possibile secondo pacchetto di aiuti a favore...

L’euro riesce a conservare i guadagni delle ultime sedute soprattutto grazie alle speculazioni su un possibile secondo pacchetto di aiuti a favore della Grecia, dopo che nei giorni scorsi le parole del Lorenzo Bini Smaghi, che aveva definito un “suicidio politico” l’ipotesi di un piano di salvataggio a favore della Grecia, avevano contribuito a causare un forte calo della moneta europea.

Stamane l’euro viaggia intorno a 1,4390, ossia sotto il livello massimo di 1,4404 toccato ieri ma al di sopra del livello minimo delle ultime tre settimane a 1,4254 toccato lunedì scorso.


Un lieve rialzo, dunque, ma che secondo gli operatori nel corso dei prossimi giorni verrà ostacolato dalle incertezze relative alla situazione di difficoltà che sta attraversando la Grecia, nonché dalla situazione debitoria di altri paesi della zona euro.

Nonostante il recupero, infatti, l’euro resta comunque al di sotto di 1,44, per cui il quadro tecnico di breve periodo resta precario. Un eventuale rimbalzo tecnico dovrà affrontare ben due ostacoli, il primo in area 1,447-1,45 e il secondo in area 1,455-1,458.

Poco dopo le 9:30 il cambio euro dollaro si attesta a 1,4377, il cambio euro yen a 116,07, il cambio euro sterlina a 0,8783 e il cambio euro franco svizzero a 1,2658.

[email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>