Cambio euro dollaro 28 luglio 2011

di Stefania Russo Commenta

Il riaccendersi dei timori su un possibile effetto contagio della crisi sovrana ha nuovamente indebolito l'euro...

Il riaccendersi dei timori su un possibile effetto contagio della crisi sovrana ha nuovamente indebolito l’euro.

Di questa debolezza, tuttavia, non è riuscito a beneficiarne il dollaro, allo stesso tempo colpito dai timori su un possibile default degli Stati Uniti a causa dell’eccessiva lentezza con cui i membri del Congresso stanno cercando di arrivare ad un accordo per fissare un nuovo tetto di indebitamento del paese.


Gli analisti che operano sul mercato valutario sono quasi tutti concordi nel ritenere che sull’andamento del cambio euro dollaro di oggi andranno ad influire in maniera piuttosto marcata i rendimenti dei titoli di Stato. Secondo lo strategist di JP Morgan Bank, in particolare, la situazione assumerà toni piuttosto preoccupanti nel caso in cui nel corso della giornata il rendimento sul decennale italiano oltrepasserà ulteriormente i recenti massimi e continuerà a salire oltre il 6%.

[LEGGI] GUADAGNARE CON IL FOREX

Sia euro che dollaro cedono nei confronti dello yen, dopo che il ministro dell’Economia Kaoru Yosano ha definito piuttosto improbabile un intervento delle autorità giapponesi sul mercato valutario per contrastare l’apprezzamento della valuta nazionale.

Poco dopo le otto di stamane il cambio euro dollaro si attesta a 1,4349, il cambio euro sterlina a 0,8786, il cambio euro yen a 111,59, il cambio euro franco svizzero a 1,1498, il cambio euro dollaro canadese a 1,3622, il cambio euro dollaro australiano a 1,3004.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>