Cambio euro dollaro massimo di breve periodo

di Alessandro Bombardieri 1

Ovviamente il quadro grafico di breve termine resta rialzista...

Come abbiamo avuto modo di vedere negli scorsi giorni, il dollaro sta accusando seriamente il colpo, soprattutto nei confronti dell’euro, che continua a guadagnare terreno nel cambio con il biglietto verde.

Nonostante la resistenza di 1,4371 sembrasse così lontana, ora il cambio euro dollaro sta per raggiungerla, infatti l’ultimo valore del cross era superiore alla fatidica soglio di 1,40, con un valore attuale pari a 1,4090.

La debolezza del dollaro ha anche spinto i prezzi del petrolio al rialzo, non a caso nella giornata di ieri il barile ha raggiunto anche la quota di 83 dollari.

Come si vede benissimo dal grafico, il trend rialzista dell’euro è fortissimo, ed i continui guadagni delle ultime sedute hanno spinto il valore addirittura oltre quota 1,40, dopo una breve pausa a 1,385.

Ovviamente il quadro grafico di breve termine resta rialzista, e non potrebbe essere altrimenti vista la situazione, tuttavia però, alcuni segnali come il forte ipercomprato fatto segnare da Rsi e Stocastico a 5 periodi lasciando intendere che si potrebbe essere arrivati ad un massimo di breve periodo.

Secondo gli analisti adesso dunque sarà possibile una nuova flessione con primo obiettivo fissato a quota 1,375-1,373 ed un secondo obiettivo a quota 1,368-1,366.

Se il breakout di 1,405 dovesse trovare conferma nelle prossime sedute, allora il cambio potrebbe spingersi fino a quota 1,413-1,415 in un primo momento e 1,42-1,422 in un secondo momento.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>