Cambio euro dollaro volatile dopo dati occupazione USA

di Stefania Russo Commenta

Dopo il rialzo di ieri messo a segno dall'euro nei confronti del dollaro per i dati relativi all'inflazione e alle parole del presidente della Bce Jean-Claude Trichet..

Dopo il rialzo di ieri messo a segno dall’euro nei confronti del dollaro per i dati relativi all’inflazione e per le parole del presidente della Bce Jean-Claude Trichet, che ha indirettamente prospettato un imminente aumento dei tassi di interesse, oggi il cambio tra le due valute risulta piuttosto instabile.

Stamane in attesa dei dati sull’occupazione statunitense l’euro è riuscito a mantenersi in prossimità dei livelli massimi degli ultimi quattro mesi, per poi invertire la rotta dopo la diffusione dei numeri registrati dal mercato del lavoro USA, secondo i quali a febbraio sono stati creati 192.000 nuovi posti di lavoro rispetto ai 185.000 oggetto delle previsioni.


Dopo la conferenza stampa tenuta ieri dal presidente della Bce, tuttavia, la maggior parte degli analisti sono concordi nel ritenere che a breve ci sarà un nuovo rialzo dell’euro dovuto proprio alla decisione dell’istituto di Francoforte di attuare un rialzo del tasso di interesse, atteso a seguito della riunione fissata per il prossimo 7 aprile.

Poco prima delle 16:00 il cambio euro dollaro si attesta a 1,399, il cambio euro yen a 115,15, il cambio euro sterlina a 0,8595, il cambio euro franco svizzero a 1,2945, il cambio euro dollaro canadese a 1,36 e il cambio euro dollaro australiano a 1,3822.

[email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>