Yen resta debole dopo Tankan ai top da marzo 2011

di ND82 Commenta

Arrivano nuove buone indicazioni per l’economia del Giappone, che deve però fare i conti con le difficoltà della Cina e con le aspettative di riduzione del piano di stimoli monetari della FED

dollaro-yen

Arrivano nuove buone indicazioni per l’economia del Giappone, che deve però fare i conti con le difficoltà della Cina e con le aspettative di riduzione del piano di stimoli monetari della FED. Stanotte l’indicatore Tankan della Bank of Japan ha evidenziato a giugno il miglior risultato da marzo 2011. Il dato è salito a +4 punti da -8 punti di maggio. Il deciso miglioramento del Tankan riflette il maggiore ottimismo delle imprese manifatturiere nipponiche, circa le prospettive del business per il periodo aprile-giugno. Sul forex resta debole lo yen.

Il tasso di cambio dollaro-yen è salito sui massimi da oltre tre settimane, tocando quota 99,55. I prezzi sembrano sempre più diretti verso la soglia psicologica di area 100, dove però inizialmente dovrebbero incontrare una forte opposizione dei venditori. In rialzo anche il cross euro-yen, che stamattina ha toccato un massimo di giornata a 129,70. Il cambio potrebbe allungare ulteriormente, in caso di breakout esplosivo di 130.

ETF PER INVESTIRE SULLA BORSA DI TOKYO

La debolezza dello yen fa da contraltare alla positività evidenziata dalla borsa di Tokyo. L’indice azionario Nikkei-225 ha chiuso la prima seduta di borsa del mese di luglio con un progresso dell’1,36% a 13.852,50 punti. L’indice era però sceso a 13.526 punti nel corso della seduta. A creare difficoltà alla borsa giapponese ci ha pensato il brutto dato sull’attività manifatturiera in Cina, diminuita per il secondo mese consecutivo.

L’indice PMI manifatturiero cinese, calcolato da HSBC, a giugno è sceso a 48,2 punti dai 49,2 punti di maggio. Il risultato preliminare era stato di 48,3 punti. La produzione manifatturiera cinese è ai minimi da settembre 2012. La borsa di Shanghai ha comunque chiuso con un lieve rialzo dello 0,08%, mentre ha fatto meglio l’indice Hang Seng della borsa di Hong Kong che ha registrato un progresso dell’1,7%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>