Scegliere le azioni su cui investire

di Stefania Russo 4

Nel momento in cui si decide di giocare in Borsa una delle prime cose da fare è scegliere i titoli azionari su cui investire. Per farlo occorre...

Nel momento in cui si decide di giocare in Borsa una delle prime cose da fare è scegliere i titoli azionari su cui investire. Per farlo occorre basarsi quasi esclusivamente sulle previsioni relative al futuro andamento del mercato azionario, ovviamente trattandosi di avvenimenti futuri è impossibile fare delle previsioni certe, soprattutto alla luce della rapidità e dell’imprevedibilità con cui si verificano i cambiamenti degli scenari economici.

A riguardo, in genere, la maggior parte degli investitori si serve di due indicatori, considerati i più affidabili.


Il primo di questi è il rapporto tra il prezzo di un’azione e gli utili attesi. Uno dei due valori da considerare, il prezzo dell’azione, è noto, l’altro si basa invece su previsioni future e quindi su un valore che per definizione non è certo. In base a questo calcolo, dunque, è possibile valutare approssimativamente quanto tempo bisogna attendere per recuperare il prezzo di acquisto. Il rapporto prezzo/utili, tuttavia, se considerato da solo può essere fuorviante, per questo occorre valutare bene anche i tassi di interesse. A parità di condizioni, infatti, lo stesso flusso di utili acquista un valore maggiore se lo si sconta a tassi più bassi.

L’altro indicatore è invece denominato “Modello Fed” e prevede un’inversione del numeratore e del denominatore rispetto al rapporto tra prezzo e utili. In quest’ultimo, infatti, viene messo al numeratore il prezzo di Borsa e al denominatore gli utili attesi. Se si ribalta questa frazione si ottiene l'”Earning Yield“, che rappresenta quindi il rendimento prospettico delle azioni.

Commenti (4)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>