Previsioni crescita economica 2011

di Stefania Russo 1

Nell'ultima bozza del World Economic Outlook, il Fondo Monetario Internazionale ha apportato alcune modifiche alla previsioni relative alla crescita..

Nell’ultima bozza del World Economic Outlook, il Fondo Monetario Internazionale ha apportato alcune modifiche alla previsioni relative alla crescita economica mondiale a seguito della grave situazione di crisi che sta attraversando l’economia giapponese per via del terremoto e del successivo allarme nucleare.

Il Fmi, in particolare, ha tagliato di 0,2 punti percentuali portandole al 2,8% le stime di crescita degli USA nel corso del 2011 e al contempo ha alzato di 0,1 punti quelle della zona euro portandole all’1,6%.


Dalla nuova bozza ne esce vittoriosa l’Italia. Le previsioni di crescita del Bel Paese sono state infatti incrementate di 0,1 punti, passando così all’1,1%, mentre sono rimaste invariate all’1,3% le previsioni sul Pil per il 2012. Nonostante il lieve incremento, si tratta di stime inferiori rispetto a quelle previste dal governo, che prevede una crescita dell’1,3% quest’anno e del 2% nel 2012. A riguardo, tuttavia, è doveroso ricordare che proprio ieri il presidente di Confindustria, Gianfranco Galli, ha parlato di previsioni Pil Italia 2011 inferiori all’1% a causa dell’aumento dei prezzi delle materie prime.

Inutile dire che la crescita del Gippone quest’anno subirà una frenata rispetto a quelle che erano le previsioni fino a poche settimane fa. Il Fmi, infatti, ha tagliato le stime di crescita del Giappone per il 2011 di 0,2 punti percentuali portando le previsioni di crescita del Pil all’1,4%. Migliorano, invece, le prospettive per il 2012 poichè il Fondo ha alzato le sue stime di 0,3 punti al 2,1%.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>