Previsioni crescita economica 2011

1
300

Nell’ultima bozza del World Economic Outlook, il Fondo Monetario Internazionale ha apportato alcune modifiche alla previsioni relative alla crescita economica mondiale a seguito della grave situazione di crisi che sta attraversando l’economia giapponese per via del terremoto e del successivo allarme nucleare.

Il Fmi, in particolare, ha tagliato di 0,2 punti percentuali portandole al 2,8% le stime di crescita degli USA nel corso del 2011 e al contempo ha alzato di 0,1 punti quelle della zona euro portandole all’1,6%.


Dalla nuova bozza ne esce vittoriosa l’Italia. Le previsioni di crescita del Bel Paese sono state infatti incrementate di 0,1 punti, passando così all’1,1%, mentre sono rimaste invariate all’1,3% le previsioni sul Pil per il 2012. Nonostante il lieve incremento, si tratta di stime inferiori rispetto a quelle previste dal governo, che prevede una crescita dell’1,3% quest’anno e del 2% nel 2012. A riguardo, tuttavia, è doveroso ricordare che proprio ieri il presidente di Confindustria, Gianfranco Galli, ha parlato di previsioni Pil Italia 2011 inferiori all’1% a causa dell’aumento dei prezzi delle materie prime.

Inutile dire che la crescita del Gippone quest’anno subirà una frenata rispetto a quelle che erano le previsioni fino a poche settimane fa. Il Fmi, infatti, ha tagliato le stime di crescita del Giappone per il 2011 di 0,2 punti percentuali portando le previsioni di crescita del Pil all’1,4%. Migliorano, invece, le prospettive per il 2012 poichè il Fondo ha alzato le sue stime di 0,3 punti al 2,1%.

1 commento

  1. […] L’inflazione ha iniziato la sua ascesa anche negli Stati Uniti, tuttavia la Federal Reserve ha lasciato intendere di voler adottare una politica completamente inversa a quella della Bce perchè teme che un rialzo dei tassi di interesse possa frenare la crescita economica. […]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui