Previsioni Salvatore Ferragamo terzo trimestre 2011

di Stefania Russo Commenta

Michele Norsa, amministratore delegato di Salvatore Ferragamo, nel corso della conference call tenuta in occasione della...

Michele Norsa, amministratore delegato di Salvatore Ferragamo, nel corso della conference call tenuta in occasione della pubblicazione dei risultati realizzati nel corso del primo semestre 2011, ha fatto sapere che le previsioni del gruppo in merito all’andamento dell’attività nel corso del terzo trimestre dell’anno sono positive, anche se si prevede che con ogni probabilità non si riuscirà ad eguagliare l’eccellente performance che ha caratterizzato il secondo trimestre 2011.


In ogni caso la crescita a due cifre registrata dalle vendite retail sia a luglio che ad agosto dovrebbe proseguire anche nel corso dei prossimi mesi, consentendo al gruppo di continuare a crescere a ritmi molto vicini a quelli registrati nei mesi scorsi.

Dal punto di vista geografico, ha spiegato Norsa, nel corso degli ultimi due mesi hanno manifestato un rallentamento, seppur lieve, il mercato giapponese e quello di alcuni paesi europei, in ogni caso il quadro generale continua ad essere incoraggiante per cui non c’è preoccupazione da parte del management.

[BILANCIO SALAVATORE FERRAGAMO PRIMO SEMESTRE 2011]

L’outlook per il terzo trimestre è quindi molto positivo, anche se l’amministratore delegato del gruppo fiorentino ha spiegato che è necessario tenere in considerazione la situazione di instabilità che sta caratterizzando l’andamento dei mercati finanziari e la debolezza mostrata dal dollaro nel corso dell’ultimo periodo.

[PREVISIONI FERRAGAMO ESERCIZIO 2011]

A sostenere i conti nel corso dei prossimi mesi sarà anche l’aumento dei prezzi in programma, in particolare si prevede di attuare un incremento del 4% nella seconda metà di quest’anno e un incremento compreso tra il 6 e l’8% nel 2012, anche se probabilmente ci saranno variazioni nei diversi mercati.

Salvatore Ferragamo, ricordiamo, ha archiviato il primo semestre dell’anno con ricavi in crescita del 29,8% a 459,7 milioni di euro e un utile netto in aumento del 32,4% a 45,7 milioni di euro.

[email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>