Trimestrale Alcoa luglio settembre 2010

di Alessandro Bombardieri Commenta

I ricavi sono aumentati del 14,6% a quota 5,3 miliardi di dollari.

Come da tradizione la prima società a presentare la trimestrale in Usa è Alcoa, leader nella produzione dell’alluminio.

Alcoa ha reso noti i risultati del trimestre conclusosi a settembre, che ha visto chiudere con risultati molto migliori rispetto alle attese.

L’utile di Alcoa nel trimestre luglio – settembre è calato a quota 61 milioni di dollari, cioè del 21%, equivalenti a 6 centesimi di dollaro per azione.

Se si escludono però le voci straordinarie, l’utile di Alcoa sarebbe di 9 centesimi per azione, mentre le previsioni degli analisti erano proprio di 6 centesimi.

A portare questo calo dell’utile in particolare è stato il calo del prezzo dell’alluminio ma ha contribuito in maniera importante anche la debolezza del dollaro.

Infatti la domanda per Alcoa è stata molto alta, con i ricavi che sono aumentati del 14,6% a quota 5,3 miliardi di dollari, contro le attese di 4,95 miliardi degli analisti. Non a caso Klaus Kleinfeld, CEO di Alcoa, si è detto molto soddisfatto di questi risultati, specialmente di quelli ottenuti nei paesi emergenti.

Secondo le stime del gruppo, la domanda globale di alluminio crescerà nel 2010 del 13%, mentre le previsioni precedenti parlavano di un aumento del 12%.

Dopo la pubblicazione della trimestrale, JP Morgan ha alzato il rating su Alcoa, da neutral a overweight, portando il target price da 16 a 20 dollari per azione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>