Gavio offerta Atlantia e Fondiaria Sai per controllo Impregilo

di Stefania Russo Commenta

Secondo quanto riportato da alcuni quotidiani, Argo Finanziaria, ossia la holding della famiglia Gavio, avrebbe...

Secondo quanto riportato da alcuni quotidiani, Argo Finanziaria, ossia la holding della famiglia Gavio, avrebbe presentato un’offerta ad Atlantia e a Fondiaria Sai per rilevare le quote detenute da queste ultime in Igli, che a sua volta controlla il 29,9% di Impregilo.

L’intenzione sarebbe quindi quella di acquisire un controllo più ampio sul gruppo quotato a Piazza Affari e attivo nel settore delle costruzioni.

TUTTI I DIVIDENDI 2012 BORSA ITALIANA

Attraverso un patto di sindacato con scadenza a luglio 2012, ricordiamo, Gavio, Atlantia e Fondiaria Sai detengono rispettivamente il 33% di Igli.

Per quanto riguarda l’entità dell’offerta avanzata da Gavio, secondo quanto riportato da Il Sole 24 Ore questa si aggirerebbe intorno ai 3 euro per azione, per una cifra complessiva pari a 220 milioni di euro.

IMPREGILO IN RIALZO PER PROMOZIONE INTERMONTE E INGRESSO NUOVO SOCIO

A Piazza Affari il titolo Impregilo cede lo 0,77% dopo aver registrato subito dopo la diffusione della notizia un rialzo di oltre un punto e mezzo percentuale. Secondo gli analisti di Equita, nel caso in cui Gavio dovesse riuscire a salire al 100% di Igli si ridurrebbe notevolmente l’appeal speculativo sul titolo, sottolineando però al contempo come l’entità dell’offerta avanzata da Gavio evidenzia che l’azione è sottovalutata, motivo per cui è stato confermato rating “buy” sul titolo.

Dello stesso parere anche gli analisti di Intermonte, che nel ribadite rating “buy” sul titolo hanno affermato che a loro avviso l´attuale prezzo dell’azione non sconta appieno le potenzialità di apprezzamento del titolo derivanti dalle possibili conseguenze della mossa di Gavio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>