Rating debito Eni a breve e lungo termine

di Stefania Russo Commenta

Nel prospetto informativo relativo all'emissione obbligazionaria, oltre alle caratteristiche relative all'offerta di obbligazioni Eni a tasso...

Nel prospetto informativo relativo all’emissione obbligazionaria, oltre alle caratteristiche relative all’offerta di obbligazioni Eni a tasso fisso e a tasso variabile, la società italiana attiva nel comparto energetico ha ricordato anche il rating sul suo debito fissato dalle principali agenzie di rating.

Standard & Poor’s, in particolare, ha fissato rating “A+” sul debito a lungo termine e rating “A-1” sul debito a breve termine, con outlook stabile.

OBBLIGAZIONI ENI 2011 FINALIZZATE A RIDURRE L’INDEBITAMENTO

In altre parole secondo Standard & Poor’s il gruppo del cane a sei zampe ha una capacità soddisfacente di far fronte ai suoi impegni finanziari, tuttavia allo stesso tempo risulta piuttosto esposto agli effetti sfavorevoli derivanti da un eventuale mutamento delle condizioni economiche.

Moody’s ha invece fissato un rating “Aa3” sul debito a lungo termine di ENI e un rating “p-1” sul debito a breve termine, anche se lo scorso 20 giugno il giudizio sul debito a lungo termine è stato posto sotto revisione per un possibile declassamento. In altre parole Moody’s ritiene che Eni sia capace di far fronte ai suoi impegni finanziari in quanto ritiene che i titoli con rating “Aa” hanno una elevata qualità e un rischio di credito molto basso, mentre gli emittenti con rating “Prime-1” hanno un’elevata capacità di rimborsare le obbligazioni finanziarie a breve termine.

RENDIMENTO OBBLIGAZIONI ENI 2011

Nel prospetto informativo Eni ha inoltre comunicato di aver richiesto sia a Standard & Poor’s che a Moody’s di fissare un rating sulle obbligazioni offerte in questi giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>