Fiat sale ancora nel capitale di Chrysler

di Stefania Russo Commenta

Fiat punta a conquistare un'ulteriore quota del capitale di Chrysler in modo tale da salire al 65,17%. La casa automobilistica torinese...

Fiat punta a conquistare un’ulteriore quota del capitale di Chrysler in modo tale da salire al 65,17%. La casa automobilistica torinese ha infatti comunicato attraverso apposita nota di voler esercitare l’opzione per l’acquisto di una seconda tranche della partecipazione detenuta da Veba in Chrysler.

Si tratta di una quota del 3,3% del capitale, per la quale Fiat ha offerto 198 milioni di dollari, ossia una somma superiore rispetto ai 140 milioni di dollari offerti per la prima tranche ma comunque ben al di sotto dei 342 milioni richiesti da Veba.


Per la prima tranche, ricordiamo, Fiat è ancora in attesa della conferma del prezzo da parte della Chanchery Court del Delaware, a cui è subordinato il perfezionamento dell’operazione. La sentenza è attesa nel corso dei prossimi mesi.

Nel frattempo, sulla base del prezzo offerto da Fiat, gli analisti di Equita hanno affermato che tale valutazione implica un valore di oltre 4,5 miliardi per il 100% di Chrysler, ossia più basso rispetto ai 5,5 miliardi di euro stimati dagli analisti.

L’annuncio dell’intenzione di salire ulteriormente nel capitale della controllata statunitense ha spinto al rialzo il titolo Fiat a Piazza Affari, che nel corso della seduta odierna continua a beneficiare anche dell’aumento delle vendite messo a segno da Chrysler lo scorso dicembre e del nuovo record sia sul fronte delle vendite che su quello della produzione registrato in Brasile nell’intero 2012.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>