Premafin sospesa per eccesso di rialzo per aumento di capitale

di Stefania Russo Commenta

Il titolo Premafin a Piazza Affari è stato sospeso per eccesso di rialzo e segna in tarda mattinata un rialzo teorico del 25%...

Il titolo Premafin a Piazza Affari è stato sospeso per eccesso di rialzo e segna in tarda mattinata un rialzo teorico del 25%.

Ad influire positivamente sull’andamento del titolo sono le indiscrezioni di stampa secondo cui la holding finanziaria della famiglia Ligresti verrà presto salvata mediante un aumento di capitale da 400 milioni di euro, un’operazione verso la quale spingerebbe soprattutto Mediobanca, tra i principali creditori di Fondiaria Sai.

NUOVO AUMENTO DI CAPITALE FONDIARIA SAI?

A riguardo, in particolare, i rumors parlano anche della possibilità che Mediobanca decida di partecipare all’operazione, in modo tale da trasformare i propri crediti in azioni. In tal caso, tuttavia, non si escludono eventuali problemi con l’Antitrust, a meno che la banca non si impegni formalmente ad una rivendita della quota in tempi brevi.

FONDIARIA SAI POSSIBILE INGRESSO NUOVI FONDI

Premafin, ricordiamo, controlla Fondiaria Sai con una quota del 35% circa. La compagnia assicurativa necessita di una ricapitalizzazione per un importo non inferiore a 660 milioni di euro e non superiore ai 750 milioni, ne deriva quindi che la holding della famiglia Ligresti dovrebbe sborsare non meno di 225 milioni di euro se non vorrà scendere sotto una quota del 30%.

L’aumento di capitale, dunque, rappresenta una delle possibili soluzioni al momento allo studio del gruppo e capaci da un lato di salvaguardare il controllo di Premafin e dall’altro di avviare il percorso finalizzato ad un suo salvataggio.

Nelle scorso settimane, ricordiamo, si è anche ipotizzato l’ingresso di nuovi soci che potrebbero rilevare la quota di Ligresti ed esercitare così il diritto di opzione in Fondiaria Sai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>