Previsioni Brembo esercizio 2012

di Stefania Russo Commenta

Nei corso dei primi mesi del 2012 Brembo ha registrato risultati positivi ed in linea con il trend del 2011, così come...

Nel corso dei primi mesi del 2012 Brembo ha registrato risultati positivi ed in linea con il trend del 2011, così come pure sono positive le previsioni del management per l’esercizio in corso, durante il quale, salvo il sopraggiungere di eventi al momento non prevedibili, il gruppo dovrebbe riuscire a generare un giro d’affari in crescita del 10% rispetto alla scorso anno, quindi prossimo a 1,4 miliardi.

DIVIDENDO BREMBO 2O12 INVARIATO A 0,3 EURO

A far ben sperare è soprattutto il buon andamento delle attività tradizionali anche negli Stati Uniti e Cina, nonché i primi effetti dell’ampliamento della gamma di prodotti a favore di case automobilistiche già clienti dell’azienda.

Nel corso dell’esercizio 2012, in particolare, Brembo prevede di riuscire a realizzare un Ebitda pari a 170 milioni circa, ovvero in crescita del 12% rispetto allo scorso anno, un Ebit che dovrebbe aggirarsi intorno agli 85 milioni di euro, mentre il Ros dovrebbe registrare un incremento del 6% circa. Si prevede inoltre una riduzione dell’indebitamento, che ricordiamo nel 2011 ha toccato il picco di 315 milioni, nonostante nel corso del 2012 è prevista la conclusione del piano di investimenti da circa 350 milioni partito nel 2010 e che per quest’anno prevede un esborso di oltre 100 milioni.

MIGLIORI DIVIDEND YIELD 2012 SECONDO MEDIOBANCA

La realizzazione di questi risultati, ha spiegato il vicepresidente Matteo Tiraboschi, sarà possibile soprattutto grazie agli sforzi compiuti negli anni passati in termini di investimenti in strutture produttive e di acquisizione di nuove commesse. Una politica che, come ha spiegato Tiraboschi, l’azienda ha intenzione di continuare a seguire, dal momento che è sempre attenta a possibili acquisizioni in aree geografiche strategiche. Tra queste figura soprattutto la Cina, dove si punta a portare avanti importanti progetti insieme a grandi clienti internazionali e a posizionarsi verso i produttori locali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>