Prime indiscrezioni andamento aumento di capitale Unicredit

di Stefania Russo Commenta

A Piazza Affari il titolo Unicredit segna stamane un rialzo di oltre quattro punti percentuali a 3,47 euro...

A Piazza Affari il titolo Unicredit segna stamane un rialzo di oltre quattro punti percentuali a 3,47 euro, sulla scia delle prime indiscrezioni di stampa in merito all’andamento dell’aumento di capitale da 7,5 miliardi di euro lanciato lo scorso 9 gennaio e che si concluderà venerdì prossimo.

Secondo quanto riportato da Il Sole 24 Ore, in particolare, alcuni soci avrebbero deciso di non sottoscrivere la quota dell’aumento di capitale a loro spettante.

CARATTERISTICHE AUMENTO DI CAPITALE UNICREDIT

Tra questi figura la famiglia Pesenti che, tramite la holding Italmobiliare, avrebbe esercitato solo il 30% dei diritti assegnati, con una conseguente riduzione della quota dallo 0,5% allo 0,3%. Al contrario, invece, stando alle indiscrezioni, Leonardo Del Vecchio, titolare di una quota pari allo 0,5% del capitale di Unicredit, avrebbe deciso di esercitare interamente i diritti a sua disposizione.

GIUDIZIO ANALISTI TITOLO UNICREDIT DOPO AUMENTO DI CAPITALE

A fungere da catalizzatore all’andamento del titolo, tuttavia, sono soprattutto le indiscrezioni riguardanti il collocamento da parte dei piccoli azionisti, che a quanto pare stanno facendo registrare una forte adesione all’operazione di ricapitalizzazione.

Le prime indicazioni, anche se frutto di semplici indiscrezioni di stampa, lasciano quindi presagire un’adesione molto alta da parte degli investitori, nonché un probabile stravolgimento all’interno dell’azionariato di Piazza Cordusio. Oltre alla famiglia Presenti, infatti, la Fondazione Cariverona lo scorso dicembre ha annunciato che in occasione dell’aumento di capitale avrebbe limato la sua quota dal 4,2% al 3,5%. Analogo annuncio è arrivato anche dal neo-governatore della Banca centrale libica, Saddeq Omar Elkaber, che ha annunciato una riduzione della partecipazione dell’istituto dal 4,9% al 2,8%, così come pure è attesa una forte diluizione per la Libyan Investment Authority, che oggi detiene una quota del 2,5%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>