Terna e Snam Rete Gas offrono dividendo sicuro e redditizio

di Stefania Russo Commenta

Chi intende investire nelle utilities italiane dovrebbe puntare soprattutto a Terna e Snam Rete Gas. Ad affermarlo sono...

Chi intende investire nelle utilities italiane dovrebbe puntare soprattutto a Terna e Snam Rete Gas. Ad affermarlo sono gli analisti di JP Morgan, che hanno individuato i gruppi quotati in Borsa e attivi in tale settore che, a loro avviso, distribuiranno ai loro azionisti una remunerazione oltre che certa anche redditizia.

In particolare, secondo gli esperti della banca USA, Terna offre un potenziale rendimento più elevato, ossia del 7,5% contro il 6,6% di Snam, quest’ultima tuttavia presenta un maggiore potenziale di crescita.

ACQUISTO AZIONI SNAM RETE GAS CONSIGLIATO DA NOMURA

Inoltre, il management di Snam ha già fatto sapere che intende ribadire il suo impegno di offrire agli azionisti un rendimento piuttosto consistente, affermando al contempo che l’attuale livello di incremento dei dividendi del 4% sarà sostenibile anche il prossimo anno. A fronte di questo, dunque, gli analisti di Morgan Stanley stimano una revisione al rialzo del tasso di crescita annuo ponderato del 3% nel triennio 2011-2013.

DIVIDENDO SNAM RETE GAS 2012 ESERCIZIO 2011

Per Terna, invece, le previsioni della banca d’affari statunitense vedono una cedola 2012 di almeno 0,19 euro per azione, ossia inferiore rispetto ai 21 centesimi del 2011. La politica sui dividendi 2012 verrà annunciata dal management del gruppo il prossimo 20 marzo, a riguardo Morgan Stanley ha affermato di aspettarsi che l’azienda imposti una nuova politica dei dividendi che tenga conto anche della prevedibile evoluzione delle sue attività regolate tradizionali.

In ogni caso, gli esperti ritengono che entrambe le società presentano un potenziale di crescita e soprattutto una solida copertura in caso di aumento del rendimento dei bond e dell’inflazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>