Titoli azionari su cui investire dopo piano anti-spread

di Stefania Russo Commenta

Gli analisti di Mediobanca hanno fornito una lista di titoli presenti sul listino di Piazza Affari e sui quali a loro avviso vale...

Gli analisti di Mediobanca hanno fornito una lista di titoli presenti sul listino di Piazza Affari e sui quali a loro avviso vale la pena puntare all’indomani dell’annuncio del piano anti-spread predisposto dalla Bce e che senza dubbio apre le porte ad un nuovo scenario macroeconomico.

La maggior parte dei titoli contenuti nella lista di Mediobanca sono protagonisti stamane di una buona performance, sulla scia del netto rialzo registrato oggi dai principali indici azionari del listino milanese.


Tra questi spicca senza dubbio Mediaset, che in tarda mattinata è arrivato a guadagnare in Borsa oltre sei punti percentuali a 1,739 euro. Gli esperti ritengono infatti che, essendo il debito del Biscione piuttosto alto rispetto alla storia della società, il calo dello spread e le misure adottate a livello europeo per evitare un nuovo rialzo rappresentano una notizia indubbiamente positiva, anche se permane il problema riguardante la continua e progressiva flessione del mercato degli investimenti pubblicitari.

Oltre a Mediaset, figurano nell’elenco dei titoli azionari italiani consigliati da Mediobanca anche Atlantia, Beni Stabili, Enel, Eni, Finmeccanica, Italcementi, Lottomatica, Luxottica, Prysmian e Telecom Italia.

Ieri, ricordiamo, il presidente della Bce, Mario Draghi, ha annunciato le nuove modalità di intervento dell’istituto sul mercato dei titoli di Stato dei Paesi che versano in condizioni di difficoltà e che prevedono acquisti illimitati ma condizionati alle riforme e agli impegni concordati. Qualora questi non dovessero essere rispettati, infatti, gli acquisti verranno immediatamente interrotti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>