Previsioni Borsa Italiana 2011-2012 secondo Citigroup

di Stefania Russo 2

Citigroup si è detta certa che l'Italia rappresenta un'ottima opportunità di investimento, anche se solo per gli investitori coraggiosi...

Secondo Citigroup l’Italia rappresenta un’ottima opportunità di investimento, anche se solo per gli investitori coraggiosi dal momento che la sua ripresa è probabile ma non certa.

Anche se il Bel Paese si trova nell’occhio del ciclone che sta colpendo l’economia europea, la banca statunitense è convinta i titoli azionari italiani rappresentano un’opportunità da non perdere per gli investitori che amano rischiare, in quanto se si muoveranno bene è probabile che tra circa 12 mesi beneficeranno di importanti rendimenti.

TITOLI AZIONARI CAPACI DI RESISTERE ALLA RECESSIONE ECONOMICA

Tra i punti a favore della ripresa dell’azionariato italiano Citigroup ha citato la recente riforma varata dal governo, che include anche un aumento delle tasse e che è stata finalmente approvata dopo essere stata rimandata per troppe volte. A questo bisogna poi aggiungere la progressiva perdita di indipendenza del Paese, dopo che la Bce ha iniziato ad acquistare ingenti quantità di titoli di Stato a fronte dell’impegno assunto dal Governo di adottare misure concrete per ridurre la spesa.

DIVIDEND YIELD 2010-2011 BLUE CHIPS PIAZZA AFFARI

Nonostante i pregiudizi degli ultimi anni, ha spiegato Citigroup, l’Italia su alcuni parametri risulta più in forma di altri Paesi, inoltre un cambiamento nella mentalità culturale agevolato dalla recente riforma potrà rappresentare un importante beneficio.

Tra i titoli azionari quotati sul listino milanese e consigliati da Citigroup figurano: Campari, Autogrill, Prysmian, Pirelli, Luxottica e Tod’s. Su tutti questi titoli la banca ha espresso rating “buy”.

Al contrario, invece, tra le azioni sconsigliate da Citigroup figurano Mediaset, Mondadori, Landi Renzo, Finmeccanica, Buzzi Unicem e Italcementi.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>